Salta al contenuto principale

Mercatini di Natale

Le novità a Trento

 

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
4 minuti 31 secondi

L’imponente e consolidata macchina organizzativa, che ha coinvolto il Comune, Trento Fiere, l’Apt e molti altri soggetti, è pronta per garantire dei Mercatini di Natale perfetti. Durante i 49 giorni di evento spicca una novità, una prima assoluta, ovvero la Notte Bianca Invernale, in programma l’8 dicembre, prima della fiera di Santa Lucia, il fine settimana più «caldo» dell’inverno cittadino. Un’iniziativa che punta a coinvolgere giovani e famiglie, con orari allungati, musica dal vivo e una grande festa fino all’alba, in una Trento sempre più frizzante e moderna. Dal punto di vista della sicurezza e della viabilità le questioni sono due: la prima è far arrivare in maniera comoda e veloce i turisti in centro città, quindi organizzare al meglio i parcheggi, per fare in modo che una gita all’insegna dello shopping non si trasformi in un incubo di attesa per strada. La seconda è garantire la massima sicurezza alle migliaia di persone che si recheranno in città: l’allerta terrorismo è alta in tutta Europa e i mercatini sono già stati obiettivo dell’infamia dei terroristi, quindi anche a Trento sarà necessario adottare misure speciali, per garantire a tutti giornate di gioia e serenità.

La Notte Bianca.
Una serata all’insegna della festa e del divertimento, che coinvolgerà tutta la città. Le casette, sia in piazza Fiera sia in piazza Battisti, l’8 dicembre non chiuderanno alle 19.30 ma alle 23 e verranno organizzate esibizioni musicali dal vivo, regalando ai trentini e ai turisti la possibilità di stare insieme più a lungo per un brulé o un panino. Ma non finisce qui: i locali della città potranno proporre musica e servire l’aperitivo all’esterno fino alle 23, mentre all’interno potranno continuare fino alle 2. Il momento clou sarà la grande festa negli spazi di Trento Fiere in via Briamasco, che andrà avanti fino alle 4 del mattino.

I parcheggi.
Per lasciare la macchina nei giorni del Mercatino le soluzioni sono tante e quasi tutte a ridosso del centro storico. In primis ci sono le tre grandi aree, ovvero l’ex Zuffo, via Monte Baldo e l’ex Sit. Saranno aperti i parcheggi a pagamento, ovvero il Centro Europa di via Romagnosi, l’Autosilo Buonconsiglio di via Petrarca, l’area di Trento Fiere di via Briamasco, il Parcheggio Duomo di piazza Mosna, il garage di piazza Fiera, quello di via Torre Verde o il parcheggio di Palazzo Onda. Per quanto riguarda piazzale Sanseverino bisognerà tenere in considerazione la presenza del Luna Park: dal 4 dicembre inizieranno i lavori e le giostre apriranno ufficialmente l’8, restando fino al 17 dicembre, per la gioia dei bambini, meno per quella degli automobilisti.

Le scuole aperte.
Per tutti i fine settimana di novembre e dicembre una serie di istituti scolastici metteranno a disposizione i propri cortili, trasformandoli in parcheggi gestiti direttamente dagli studenti, che raccoglieranno offerte da investire poi in iniziative scolastiche. In via Brigata Aqui e via Barbacovi ci saranno i ragazzi di Iti, Pozzo e Tambosi Battisti, che apriranno il cancello tutti i sabati e domeniche (e venerdì 8 dicembre) fino al 17 dicembre. Poi spazi anche presso Da Vinci, Prati (ad eccezione di sabato 25 novembre e sabato 16 dicembre), Salesiani, Manzoni e Bresadola (queste ultime gestite da gruppi scout, parrocchia e associazioni). Aperto solo la domenica il Seminario Maggiore di via Endrici.

La sicurezza.
In città si riverseranno, soprattutto nei fine settimana di dicembre, decine di migliaia di persone. Ecco quindi che la sicurezza diventa una priorità: torneranno le barriere anti terrorismo, i cosiddetti jersey, che verranno posizionati nelle vie d’accesso di piazza Fiera e piazza Battisti, magari sotto forma di pesanti fioriere per dare meno nell’occhio. Nelle aree più difficilmente raggiungibili, ovvero in piazza Santa Maria, dove ci sarà il tendone per i bambini, e in piazza Duomo, dove ci saranno altri eventi, a partire dalla fiera e dal concerto di Capodanno, non verranno prese particolari misure, usando i mezzi delle forze dell’ordine, se presenti, come «scudi». Durante i mercatini ci saranno frequenti passaggi di vigili, sia in divisa sia in borghese, in particolare durante la fiera di Santa Lucia, quando scenderanno in strada ben ottanta uomini, sia per controllare la viabilità, sia contro le bancarelle abusive, sia per limitare i furti. Infine nelle due piazze, sorvegliate anche con le telecamere, ci saranno due postazioni fisse con personale formato che, in caso di necessità, sia in grado di gestire una situazione di panico.

Il weekend da «bollino rosso».
Il ponte dell’Immacolata, come sempre, sarà il momento clou per tutta la città: oltre ai mercatini, infatti, ci sarà la fiera di Santa Lucia, in programma il 9 e il 10, mentre l’8 ci sarà la Notte Bianca e l’inaugurazione del Luna Park. Durante la fiera la città sarà invasa con 440 bancarelle, che diventano 470 con quelle delle associazioni. E quest’anno l’area comprenderà anche la parte finale di via Verdi, tra via Rosmini e via Inama. Probabilmente meno impegnativa sarà invece la Festa d’Oro, che cadrà il 24 dicembre, con 130 bancarelle nelle vie limitrofe a piazza Duomo.

Pullman e camper.
Per quanto riguarda i camper, sono quattro le aree sosta della città. In primis la più grande, ovvero l’ex Zuffo, che ha una cinquantina di posti. Poi al campo Coni, nel piazzale Rusconi, in piazzale Sanseverino e in via Asiago. Passando ai pullman, la formula sarà sempre la stessa: per il carico e scarico dei passeggeri corsia preferenziale in via Torre Vanga, in via Clesio o in Lung’Adige Monte Grappa.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy