Salta al contenuto principale

Il ladro e la "badante" ti svaligiano casa

La coppia dei furti, anche fuori regione

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

Quando le vittime andavano in chiesa per recitare il rosario, loro entravano in azione e gli svaligiavano la casa.

È con questo meccanismo collaudato che Jawad El Messioui, marocchino di 30 anni e la compagna Roxana Ionela Iopsa, finta badante romena di 28, avrebbero messo a segno centinaia di colpi fra Toscana, Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto.

I carabinieri di Piove di Sacco per ora contestano alla coppia quattro furti avvenuti tra settembre e ottobre a Bovolenta, Brugine e Piove di Sacco, con oro e orologi per oltre 30 mila che però sarebbe solo una parte della refurtiva: i militari infatti hanno trovato un’agenda con un lunghissimo elenco di monili rubati, forse già piazzati sul mercato.

“Bonnie e Clyde”, entrambi senza fissa dimora, vivevano presso un affittacamere del Piovese e avevano nascosto la refurtiva tra coperte, vestiti e termosifoni.

Quando i militari sono entrati per arrestarli, El Messioui, ripreso dalle telecamere di sicurezza in più di un’occasione durante i furti, ha buttato alcuni monili nello scarico del bagno.

La coppia puntava soprattutto abitazioni di pregio in zone residenziali; oltre a fingersi badante per carpire informazioni dagli anziani, la donna avrebbe anche fatto da palo durante i furti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy