Salta al contenuto principale

Riapre «l'Orrido»: il video

Cascata di Ponte Alto

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 11 secondi

Ritorna l’Orrido. Riapre al pubblico la forra di Ponte Alto: per anni attrazione, molto local, per grandi e piccini.

Una volta l’abbinata vincente delle famiglie era «pizza alla Cascata e visita all’Orrido».

Ma mentre una volta si poteva scendere da soli, ora forra diventa accessibile solo se accompagnati da una guida con servizio a cura dell’Ecomuseo dell’Argentario.

La ristrutturazione del percorso di accesso al canyon - responsabile dell’opera è l’ingegner Stefano Fait del Servizio bacini montani della Provincia autonoma di Trento (nella foto tra gli assessori Mauro Gilmozzi e Andrea Robol) - era molto attesa. Il sito è considerato straordinario dal punto di vista naturalistico e turistico.

CANTIERE DA MEZZO MILIONE DI EURO

I lavori principali sono stati realizzati in appalto nel 2016 per una spesa complessiva di circa 400.000 Euro.

Negli scorsi mesi sono seguiti lavori di completamento in amministrazione diretta con maestranze del Servizio Bacini montani, terminati nel corso del mese di giugno, per un ulteriore spesa 100.000 euro.

L’assessore comunale alla cultura Andrea Robol ricorda che le difficoltà per arrivare all’apertura non sono state poche: «Ci siamo resi conto che nessun progetto può decollare senza la collaborazione di tutti, che è stata fondamentale per arrivare fin qui e sarà fondamentale per far diventare l’Orrido uno dei luoghi simbolo di Trento, l’emblema di una città ricca di attrattive, storiche e nturali».

LA STORIA

Fin dal 1800 la forra nei pressi di Ponte Alto ha affascinato gli abitanti e i visitatori della città di Trento. L’Orrido è un profondo canyon scavato dalle acque tumultuose del Torrente Fersina nel corso di migliaia di anni. Qui nel 1500 sono state costruite alcune delle opere idrauliche più antiche del mondo, per scongiurare le alluvioni in città. Le due briglie danno origine a spettacolari cascate alte oltre 40 m che si fanno strada tra gli strati di roccia rossa, creando scenografici giochi di luce.

IL VIDEO:

VISITE GUIDATE

Sabato e domenica ore 10-11-12-13-14-15-16-17-18
(visite senza prenotazione fino al raggiungimento del numero massimo di 22 persone).

BIGLIETTI D’INGRESSO

Adulti: 5,00 euro.
Bambini sotto i 12 anni: 3 euro.

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI

Azienda per il Turismo
Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi
Piazza Dante 24
Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19
Email info@discovertrento.it

Ecomuseo Argentario
www.ecoargentario.it

TRASPORTI PUBBLICI E PARCHEGGI

L’Orrido è raggiungibile con gli autobus extraurbani da Trento e da Pergine.
Parcheggio disponibile presso il centro sportivo di Cognola in via Ponte Alto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?