Salta al contenuto principale

Fuggono dopo l'incidente

Caccia a coppia di giovani

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 57 secondi

Viaggiava a bordo della sua Vespa, quando è stata travolta da un'auto che si è schiantata contro un muro dopo aver colpito un'altra vettura. L'investitore e il passeggero che gli sedeva a fianco si sono dati alla fuga a piedi, senza prestare soccorso alla motociclista. L'episodio è accaduto ieri pomeriggio in via Enrico Conci, a Madonna Bianca.

In serata, un uomo si è presentato al comando della polizia locale: «Sono stato io a provocare l'incidente, ho avuto paura e sono scappato». Il presunto investitore sarebbe un trentenne di nazionalità italiana residente in città. Usiamo il condizionale perché i suoi tratti non corrispondono alla descrizione fatta da un testimone, che ha parlato di una coppia di ventenni dalla pelle scura e con i capelli neri uscire dalla Ford Fiesta e correre via. L'uomo che si è presentato agli agenti per autoaccusarsi non ha fatto accenno alla dinamica dello schianto, che per fortuna non ha provocato gravi conseguenze alla donna, una 44enne che in serata è stata dimessa dall'ospedale Santa Chiara dove era stata trasportata in codice rosso.

Oggi la polizia locale proseguirà le indagini in cerca di nuovi riscontri. L'investitore rischia ora una denuncia per omissione di soccorso, secondo l'articolo 189 del codice della strada, oltre alla sospensione della patente fino a 5 anni e all'arresto da uno a tre anni.

La Fiesta - che non risulta sia stata rubata - attorno alle 16.40 stava uscendo a tutta velocità dal parcheggio delle torri 9 e 10. Senza preoccuparsi di dare la precedenza ai veicoli in transito si è letteralmente buttata sulla strada, travolgendo la Vespa che è finita addosso all'Audi. L'auto «pirata», pur svoltando a destra ha invaso la carreggiata opposta provocando l'incidente e terminando la sua corsa contro il muro di cinta che costeggia via Conci.
La testimonianza dell'uomo alla guida dell'Audi che seguiva la moto appare piuttosto chiara: «La Vespa procedeva ad una velocità di 30 chilometri orari verso Villazzano. Aveva messo la freccia per svoltare nel parcheggio, quando proprio da quell'area è uscita la Fiesta a bordo della quale viaggiava una coppia di giovani. Avranno avuto 25 anni al massimo e avevano la pelle scura - racconta Viorel Dontu -. Nello schianto la donna è caduta a terra e i due ragazzi non si sono minimamente preoccupati delle sue condizioni».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?