Salta al contenuto principale

Fuoco nei bagni del S. Chiara

Denunciata una donna

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

Non bruciavano per distrazione i cestini dei rifiuti nei bagni dell’ospedale Santa Chiara.

Se per il primo episodio si è pensato ad un mozzicone e, dunque, al gesto scellerato - ma forse inconsapevole - di una persona, quando è accaduto una seconda volta i dubbi si sono fatti insistenti.

Lunedì, scattato un nuovo allarme nei bagni vicino al reparto di anatomia, è arrivata la certezza: la polizia ha notato aggirarsi per il pronto soccorso una donna già nota per un passato difficile e per aver avuto qualche problema con la giustizia.

Lei stessa, messa alle strette, ha ammesso tutto e consegnato l’accendino con cui poco prima aveva appiccato il fuoco al cestino di plastica in cui si gettano i fogli di carta per asciugarsi le mani. La donna, 56enne senza fissa dimora, è stata denunciata per danneggiamento a seguito di incendio. «Sono disperata - ha detto ai poliziotti - nessuno mi dà una mano».

La volante della questura è intervenuta verso le 11. Lievi i danni: il cestino è andato distrutto ed una piastrella si è annerita. La donna, che inizialmente ha negato tutto e poi ha cercato di dare la colpa ad un’altra persona, alla fine ha ammesso la propria colpa e si è attribuita la responsabilità anche dei due episodi accaduti negli ultimi due mesi in altri reparti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy