Salta al contenuto principale

Lagorai, il rifugio Tonini distrutto dalle fiamme

Rogo avviato da una stufa - Foto e video

La Sat: «Perso un tesoro, ma lo ricostruiremo»

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 50 secondi

AGGIORNAMENTO: «Abbiamo perso un tesoro. È una grave perdita per la comunità, ma lo ricostruiremo più bello di prima». Sono queste le parole di Claudio Bassetti, presidente provinciale della Sat. I vertici della Società alpinisti tridentini ieri erano al Redebus per esprimere solidarietà ai gestori». Tutti i dettagli su come si sono propagate le fiamme sull'Adige, in edicola.

AGGIORNAMENTO: Ancora elicotteri della protezione civile trentina al rifugio Tonini (Passo del Redebus - Lagorai), andato in fiamme. Si cerca di contenere i danni e di evitare che le fiamme si propaghino al bosco sottostante.

AGGIORNAMENTO: Il rifugio Tonini è andato praticamente distrutto a causa dell’incendio sprigionatosi dalla stufa.

Continuano senza sosta le attività di spegnimento. Gli elicotteri della protezione civile intervengono con le manichette e i vigili del fuoco stanno cercando di mettere in protezione il dormitorio che si trova un po’ più a monte.

Insomma si cerca di salvare il salvabile. Il problema principale è il vento, che potrebbe spingere le fiamme verso il bosco sottostante.

AGGIORNAMENTO: I gestori Narciso Casagranda e Hana Poncikova, che gestiscono il rifugio da 26 anni, sono in lacrime.

Sul luogo del rogo sono andati anche io vertici della Sat provinciale.

Il rifugio Tonini si trova, sopra passo Redebus, nella catena del Lagorai, a quota 1.900, nel territorio comunale di Baselga di Piné.

 


 

Al lavoro decine di vigili del fuoco volontari e permanenti, per circoscrivere le fiamme che hanno invaso il rifugio Tonini (Passo del Redebus, Lagorai), aperto per le festività natalizie.

Non si segnalano conseguenze per le persone, ma il rogo, divampato dalla stufa, non è stato ancora fermato.

Sul posto anche due elicotteri.

La nuvola di fumo sopra il rifugio è ben visibile anche in lontananza, come testimoniano alcune foto inviateci da lettori che si trovano nella zona di Bedollo.

 

FIAMME E SOCCORSI 1:

P1010424

 

FIAMME E SOCCORSI 2:

Vigili del fuoco al rifugio Tonini

 

FIAMME E SOCCORSI 3:

VID 20161228 WA0021

 

FIAMME E SOCCORSI 4:

VID 20161228 WA0019

 

FIAMME E SOCCORSI 5:

Devastante incendio al rifugio Tonini

Salva

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?