Salta al contenuto principale

I trentini ai terremotati

«Non vi abbandoneremo»

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
3 minuti 1 secondo

Il cuore dei trentini è sempre grandissimo! A poche ore dalla notizia del terribile sisma che ha devastato l'Italia centrale, si moltiplicano le iniziative finalizzate ad aiutare chi ha perso tutto. I ristoratori hanno deciso di devolvere ai  terremotati l'intero incasso dei coperti raccolto nella giornata di venerdì. 

I presidenti dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino vogliono definire un pacchetto di misure per contribuire congiuntamente alla ricostruzione delle infrastrutture distrutte dal terremoto nel Centro Italia. Ugo Rossi, Arno Kompatscher e Günther Platter hanno già concordato un primo sostegno finanziario di un milione di euro. Inoltre il Capitano del Tirolo si è detto pronto a mettere a disposizione unità di soccorso del Land in maniera immediata. 
Le Protezioni civili di Trentino e Alto Adige hanno già raggiunto le zone del Centro Italia colpite dal terremoto e sono operative negli interventi di soccorso alla popolazione. La prima emergenza si concentra nel recupero e nella messa in salvo delle persone intrappolate sotto le macerie, seguirà la fase della ricostruzione e degli aiuti necessari per garantire case e infrastrutture.

Le Acli trentine hanno attivato un conto corrente per raccogliere aiuti per le popolazioni colpite dal terremoto che ha devastato il centro Italia. L’Iban del conto corrente è IT91 F033 5901 6001 0000 0145 552, intestato a Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani - Acli, causale «Emergenza terremoto centro Italia». Le Acli ricordano inoltre che la Protezione civile ha attivato il numero breve 45500 che sarà utilizzato fino al 30 settembre. La cifra indicata sarà di 2 euro per ogni sms inviato e 2 euro per ogni chiamata da rete fissa.

In Valle di Non una proposta è stata lanciata da due giovani, e il Comune di Ville d’Anaunia l’ha subito accolta coinvolgendo le associazioni delle otto frazioni. Nel pomeriggio di domani, venerdì 26 agosto, dalle 18.30 alle 19.30, le caserme dei vigili del fuoco volontari di Nanno, Tassullo e Tuenno diventeranno centri di raccolta del materiale da fornire ai cittadini del centro Italia colpiti dal sisma. Le operazioni proseguiranno sabato dalle 10 alle 12 a Tassullo e Tuenno.

Servono lenzuola singole, asciugamani, cuscini, bicchieri e piatti di plastica, prodotti per la pulizia personale, pannolini, giochi e colori per i bambini, torce e pile, kit di pronto soccorso, medicine da banco e alimentari non deperibili. «Tutti i cittadini sono invitati a dare una mano - fa sapere l’amministrazione guidata dal sindaco Francesco Facinelli -. Si chiede la disponibilità di volontari per organizzare il materiale e mettere a disposizione furgoni e autisti. Per il trasporto al centro smistamento di Reggio Emilia, il Comune coprirà le spese di carburante».

Anche Notte di Fiaba è rimasta colpita dai gravi fatti accaduti in centro Italia. «Il lutto e il dolore di tanti connazionali tocca anche noi. Possiamo fare poco per lenirlo, ma vogliamo contribuire al sostenere le necessità del momento. Apriremo una raccolta fondi presso il nostro Info-Point davanti alla Rocca. Al contributo simbolico di 2 euro - che interamente devolveremo ai terremotati - faremo omaggio di un adesivo Notte di Fiaba». 

Matteo Molinari, manager nel settore ricreativo e volto noto della movida trentina, ha subito dato la sua disponibilità ad organizzare gratuitamente un evento per raccogliere fondi. Il Muse ha accolto il suo appello ed a breve ci sarà un incontro per definire il tutto.

Alla Fabbrica di Pedavena di Levico per ogni piatto di Amatriciana acquistato, verranno devoluti 2 euro a favore delle persone coinvolte dal sisma. 

Non rimane a guardare nemmeno la Valle di Fassa. Il Comitato locale della Croce Rossa ha attivato una raccolta di denaro per il centro Italia. Questo il conto corrente dove effettuare le donazioni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?