Salta al contenuto principale

La protezione civile trentina pronta

Ad Accumuli già arrivate 2 unità cinofile

Rossi: in viaggio l'avanguardia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 44 secondi

«Siamo mobilitati fin da stanotte, ci siamo subito messi a disposizione sia per quanto riguarda il coordinamento delle Protezioni civili regionali, sia con mezzi nostri», sono state queste le parole pronunciate dal presidente della Provincia, Ugo Rossi dalla sala operativa presso il Dipartimento della Protezione civile del Trentino. Con il governatore, i vertici della Protezione civile trentina, le cui competenze sono in capo all’assessore di riferimento, Tiziano Mellarini.

Terremoto: la mobilitazione della protezione civile trentina

Poco fa il presidente Rossi ha ricevuto anche una telefonata dal governatore del Tirolo, Günther Platter, il quale ha chiesto informazioni sul sisma e sulle modalità di intervento attuate dal Trentino.

Il Trentino è stato allertato dal Dipartimento nazionale, la sala operativa è in costante contatto con il Comitato operativo del quale il Trentino fa parte come coordinatore della Commissione speciale.

La Provincia autonoma di Trento, che ha il coordinamento tecnico delle Regioni, in stretto contatto con il Comitato operativo nazionale della protezione civile sta sovrintendendo le partenze delle colonne mobili delle regioni e le squadre regionali del soccorso alpino e dei cani da ricerca. Il sistema trentino, che è gia stato allertato, è formato dai vigili del fuoco volontari, dal corpo permanente, dai cani da ricerca, dai Nu.Vol.A., dagli psicologi per i popoli e dal soccorso alpino.

Da Mattarello in elicottero sono già partite due squadre di cani da ricerca e un nucleo esplorativo della Provincia autonoma quale coordinamento delle Regioni per un coordinamento sul posto.

Nelle foto di Paolo Rossi, la partenza delle unità cinofile in elicottero:

 

 

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?