Salta al contenuto principale

Estratto vivo dalle macerie

un quarantatreenne romano

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 56 secondi

Si lavora senza sosta per trovare i sopravvissuti del forte sisma di magnitudo 6.0 che nella notte ha devastato l'area fra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo. Dalle macerie, ad Accumoli, nel Reatino, poco fa è stato estratto il quarantatreenne romano Gianni Polpetti.

L'uomo è rimasto per molte ore incastrato con le gambe e parte del corpo tra le macerie. E' stato portato via in barella tra gli applausi della gente e sistemato in un'ambulanza che lo sta trasferendo in ospedale. Non è l'unico sopravvissuto. 

Leone e Samuele, due fratellini di 7 e 4 anni sono stati estratti vivi dalle macerie a Pescara del Tronto. La nonna li ha salvati infilandoli insieme a lei sotto al letto. Anche la donna è stasta successivamente estratta da sotto le macerie.

Mentre non ce l'ha fatta il nonno dei bimbi Vito. Ad Amatrice un altro bambino è estratto vivo dalle macerie della sua casa completamente distrutta, è stato trasportato in fin di vita d'urgenza a Roma in elicottero; del fratello gemello è stata invece recuperata la salma poco fa. Salvato anche un uomo di 65 anni. E' stato estratto da una delle case crollate ad Accumoli.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy