Salta al contenuto principale

Folgorata da scarica elettrica

mentre pulisce la piscina

Dramma a Ora: la vittima è Sandra Leonardi, 59 anni, di Pergine

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 51 secondi

Voleva pulire la piscina per gli amati nipotini, ma ha perso la vita, folgorata da una scarica elettrica. È morta così giovedì sera, in un drammatico incidente, Sandra Leonardi, 59 anni, residente a Ora in Alto Adige, con il marito Walter Orsi e i figli, ma originaria di Pergine. In Valsugana vivono i fratelli e lei era sempre legata al suo Trentino.

L'allarme è scattato verso le 20.30, all'interno della casa che si trova sul confine con Bronzolo, in via Ischia: un immobile con tre appartamenti, dove la donna viveva insieme al marito e alle famiglie dei figli, dopo il trasferimento da Laives.

La 59enne aveva preso il pulitore idraulico che viene di solito utilizzato per aspirare foglie o possibili tracce di sporco dalla vasca. Un gesto compiuto chissà quante volte. Per riuscire a raggiungere la piscina la donna aveva collegato l'apparecchio ad una prolunga. Per evitare di inciampare nel filo, aveva quindi appoggiato il cavo su una spalla, così da potersi muovere liberamente mentre ripuliva la piscina con l'aspiratore elettronico.

A quel punto, però, è accaduto il dramma: la donna è stata colpita da una scarica elettrica fortissima. In quel momento a Ora scendeva una leggera pioggia e il cielo era illuminato dai lampi, come spiega la cognata, Giuliana Partezin. La donna, dunque, potrebbe essere stata colpita da un fulmine. La presenza dell'acqua della piscina, ma anche dell'avvolgicavo in acciaio potrebbero dunque avere fatto da «calamita».

Ma non si può nemmeno escludere, in questa fase, che l'incidente possa essere stato causato da un problema alla prolunga utilizzata per alimentare l'apparecchio.
Certo è che, purtroppo, la donna è stata colpita da una scarica fortissima che non le ha lasciato scampo. I primi ad arrivare sul posto sono stati i due figli, Thomas e Manuel, che hanno allertato immediatamente il 118 e cercato di prestare le prime cure. Una nuora ha iniziato a praticare subito il massaggio cardiaco, in attesa dell'arrivo dell'equipe sanitaria, arrivata ad Ora con l'ambulanza.

Nonostante i numerosi tentativi di rianimare la donna, purtroppo, per Sandra Leonardi non c'è stato nulla da fare. Al medico non è rimasto altro da fare che dichiararne il decesso. Presso l'abitazione è arrivata anche una pattuglia dei carabinieri del radiomobile di Egna, incaricati di svolgere i rilievi di rito e stabilire le cause dell'incidente.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy