Salta al contenuto principale

«No alla festa di Capodanno

dell'Assillo, è illegale»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 11 secondi

Musica dal vivo e festa con bar aperto tutta la notte. Dove? Alla «Nave Assillo», l'edificio occupato e così ribattezzato dagli anarchici in via san Pio X. Non è una novità di Capodanno che lì, in quel luogo abitato in maniera abusiva, si faccia musica dal vivo e si tengano incontri. E sicuramente gli organizzatori, che solo stando in quell'edificio abbandonato commettono un reato, non si sono sognati di chiedere in Comune o in questura il permesso per poter festeggiare o le autorizzazioni alla Siae. Ma ciò non toglie che le loro feste le organizzano e che vi partecipa un discreto numero di persone. 

Il fatto di vedere però il concerto citato dal giornale ha scatenato reazioni indignate da parte di alcuni politici locali. In particolare il consigliere comunale di Forza Italia Cristian Zanetti ieri si è recato in Questura per chiedere che «non venga perpetrata l'ennesima violazione delle leggi», ravvisando evidentemente nella festa di Capodanno un aggravamento rispetto alla attuale e perdurante situazione di illegalità costituita dall'occupazione abusiva. Il consigliere se la prende anche con l'amministrazione comunale, accusata di «complice assenso», e con la stampa, addirittura indicata come colpevole di «apologia di reato» per aver detto della festa.

Critiche e censure per la le supposte autorizzazioni e la pubblicità data all'evento arrivano arrivano anche dalla Lega Nord («Siamo alla frutta: sindaco e giunta dovrebbero dimettersi», ha tuonato Devid Moranduzzo) e dal Patt, quest'ultima forza di maggioranza in Comune.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?