Salta al contenuto principale

L'esasperazione di Babbo Natale

«Piazza Dante è persa» - Il video

Nella sua casetta accoglie i bimbi per una foto ricordo e per ricevere le letterine

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 9 secondi

«Il mio parere? Questa piazza ormai è persa! Non posso accogliere i bambini con persone a poca distanza che bisticciano, bestemmiano o spacciano». I luogo, purtroppo è sempre lo stesso, piazza Dante, ma questa volta ad aver perso la pazienza non è il politico di turno e nemmeno un semplice cittadino. Questa volta a descrivere i problemi ormai conosciuti da tutti ai quali però in questi anni non si è riusciti a trovare una soluzione, è Babbo Natale che dal 21 novembre nella sua casetta in piazza Dante accogliere i bambini per una foto ricordo e per ricevere le tante letterine scritte a mano dai più piccoli con la lista di regali. 

Purtroppo in queste settimane Babbo Natale non ha certamente avuto vita facile e oggi, proprio in occasione degli auguri del sindaco Alessandro Andreatta alla città, non è più riuscito a tenersi dentro la delusione della situazione. «Questo non è certamente il posto adatto per accogliere i bambini - ci ha spiegato Mario Reolon per conto di Babbo Natale - perché qui i problemi sono tanti. Sarebbe una bella piazza ma in queste settimane ho toccato con mano che questa piazza ormai è morta. Ci sono persone che urinano in ogni angolo, addirittura sopra le panchine arrivando anche a mostrare le proprie parti intime e se li richiami ti mandano senza problemi a quel paese». 

Trento: Babbo Natale, che degrado in piazza Dante!

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?