Salta al contenuto principale

L'esasperazione di Babbo Natale

«Piazza Dante è persa» - Il video

Nella sua casetta accoglie i bimbi per una foto ricordo e per ricevere le letterine

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

«Il mio parere? Questa piazza ormai è persa! Non posso accogliere i bambini con persone a poca distanza che bisticciano, bestemmiano o spacciano». I luogo, purtroppo è sempre lo stesso, piazza Dante, ma questa volta ad aver perso la pazienza non è il politico di turno e nemmeno un semplice cittadino. Questa volta a descrivere i problemi ormai conosciuti da tutti ai quali però in questi anni non si è riusciti a trovare una soluzione, è Babbo Natale che dal 21 novembre nella sua casetta in piazza Dante accogliere i bambini per una foto ricordo e per ricevere le tante letterine scritte a mano dai più piccoli con la lista di regali. 

Purtroppo in queste settimane Babbo Natale non ha certamente avuto vita facile e oggi, proprio in occasione degli auguri del sindaco Alessandro Andreatta alla città, non è più riuscito a tenersi dentro la delusione della situazione. «Questo non è certamente il posto adatto per accogliere i bambini - ci ha spiegato Mario Reolon per conto di Babbo Natale - perché qui i problemi sono tanti. Sarebbe una bella piazza ma in queste settimane ho toccato con mano che questa piazza ormai è morta. Ci sono persone che urinano in ogni angolo, addirittura sopra le panchine arrivando anche a mostrare le proprie parti intime e se li richiami ti mandano senza problemi a quel paese». 

Trento: Babbo Natale, che degrado in piazza Dante!

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy