Salta al contenuto principale

Restano in carcere dieci

sospetti jihadisti di Merano

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

Firmata dal Gip della procura di Trento Giuseppe Forlenza l’ordinanza applicativa di custodia cautelare in carcere nei confronti di dieci presunti terroristi jihadisti coinvolti in un’inchiesta che aveva portato lo scorso 12 novembre allo smantellamento di un’organizzazione internazionale dopo un’inchiesta da parte dei carabinieri del Ros.

Fra i presunti terroristi colpiti dall’ordinanza c’è l’iracheno Faraj Ahmad Najmuddin, alias Mullah Krekar, già fondatore nel 2001 del gruppo terroristico Ansar Al-Islam, che dalla Norvegia, dov’era già in carcere, avrebbe continuato a essere la guida ideologia e strategica del gruppo terroristico con diramazioni in tutta Europa, Italia compresa.

Fra i presunti jihadisti colpiti dall’ordinanza del Gip di Trento anche il curdo iracheno Abdul Rahman Nauroz, già in carcere a Trento, che secondo l’accusa sarebbe il capo della cellula di Merano, in Alto Adige.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy