Salta al contenuto principale

«Progettone» in sciopero:

lavoratori senza contratto

e la giunta non risponde

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

I sindacati proclamano lo sciopero dei lavoratori del Progettone per il rinnovo del contratto. I lavoratori - informa una nota unitaria di Cgil Cisl e Uil - incrociano le braccia giovedì prossimo, 26 settembre, per l’intera giornata. È in programma anche un presidio di protesta a partire dalle 9 in piazza Dante.

I circa 2.000 addetti del Progettone sono senza contratto da giugno di quest’anno. «A nulla hanno portato gli incontri con l’assessore Achille Spinelli che, su mandato della giunta provinciale, vorrebbe rinnovare il contratto senza riconoscere nessun aumento ai lavoratori sul piano delle retribuzioni nè nessun passo avanti sulle questioni normative aperte», affermano i segretari generali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, Maurizio Zabbeni, Fulvio Bastiani e Fulvio Giaimo.

«Troppo facile giocare in attacco quando si è all’opposizione, per poi proporre un rinnovo al ribasso oggi che sono al governo. Allora il presidente Fugatti parlo di un accordo che “toglieva dignità ai lavoratori”, oggi che il contesto è oggettivamente meno critico di tre anni fa, vorrebbero un contratto peggiore. Non ci stiamo, chiediamo coerenza», aggiungono i sindacati.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy