Salta al contenuto principale

La locomotiva «Solidpower»:

accordo con la Provincia per

nuova fabbrica, più addetti, formazione

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 25 secondi

Più occupazione, da 90 a 115 unità lavorative nel 2019, per arrivare a 151 nel 2020, nuove attività di ricerca, che portino anche alla nascita di start up, e ricadute significative sull’indotto trentino, per un totale di investimenti pari a 3,6 milioni di euro entro il 2020 e di acquisti di beni e servizi da aziende locali per altri 450.000 euro nel triennio 2019/2021: questi in sintesi gli impegni previsti dal nuovo accordo negoziale siglato oggi fra l’assessore allo sviluppo economico e lavoro, l’amministratore delegato di Solidpower spa Andreas Pichler e le rappresentanze sindacali.

L’azienda, leader nel settore della produzione di energia, ha sede legale a Mezzolombardo, e sta realizzando un nuovo stabilimento produttivo a Cirè di Pergine in base a quanto previsto da una precedente intesa siglata con Trentino Sviluppo nel 2017, sul compendio industriale già occupato dalla Vetri Speciali Spa; sarà il primo del suo genere in Europa e darà quindi una grande visibilità al Trentino anche all’estero.

Per la realizzazione del nuovo sito Solidpower si avvale di aziende aventi sede operativa in provincia di Trento, a cui saranno rivolte le gare d’appalto e gli acquisti rientranti nella programmazione aziendale.

L’accordo negoziale siglato oggi impegna inoltre l’azienda a sviluppare forme di collaborazione con le istituzioni della ricerca presenti sul territorio provinciale, tra cui in particolare l’Università di Trento e la Fondazione Bruno Kessler, ad accrescere le sinergie con aziende locali, in primis, quelle insediate presso il Polo Meccatronica, e a promuovere la nascita di nuova impresa - con caratteristiche di start-up - nell’ambito del Progetto Manifattura. Il contributo di parte provinciale, erogato nel quadriennio 2019- 2022, sarà di euro 4.616.475,22.

Il Gruppo Solidpower è tra i principali leader globali nella tecnologia delle celle a combustibile ad alta temperatura. Presso i suoi diversi stabilimenti in Italia, Germania, Svizzera e Australia, sviluppa e produce sistemi a celle a combustibile per la cogenerazione di elettricità e calore per abitazioni, aziende di piccole e medie dimensioni ed edifici pubblici.

Vediamo in sintesi gli impegni previsti dall’accordo negoziale.

- INDOTTO: La società Solidpower Spa, che sta realizzando il nuovo sito produttivo, si impegna a realizzare entro il 2020 una quota di investimenti non inferiore a 3.600.000,00 euro consistenti in appalti di primo e secondo livello attivati dal General Contractor Evolvea con aziende operanti sul territorio locale. Gli appalti riguarderanno la realizzazione di opere civili e impiantistica industriale. Inoltre l’azienda, per lo svolgimento della propria attività produttiva, effettuerà acquisti di beni e servizi da aziende operanti sul territorio locale per almeno 450.000,00 euro nel triennio 2019/2021.

- IMPEGNI OCCUPAZIONALI: In linea con quanto previsto nel precedente Protocollo di intesa, la società Solidpower Spa si impegna a passare dalle 115 Ula nel 2019 alle 151 Ula nel 2020, in provincia di Trento. La società definirà un progetto con l’Agenzia del Lavoro per la selezione del personale, tenuto conto delle proprie esigenze produttive, privilegiando per quanto possibile l’occupazione giovanile, l’occupazione di lavoratori iscritti nelle liste territoriali di mobilità o comunque di lavoratori residenti sul territorio provinciale.

- FORMAZIONE: La società si impegna innanzitutto al tutoraggio e all’ospitalità di tirocinanti, nell’ambito del programma “Garanzia Giovani” (almeno 3 tirocinanti all’anno). Inoltre ad attivare, in accordo con il Dipartimento Istruzione della Provincia, per ciascuno degli anni scolastici 2018/2019, 2019/2020 e 2020/2021 un percorso di alternanza scuola-lavoro con 3 studenti delle istituzioni scolastiche trentine.
Sul versante della ricerca l’impegno è a coinvolgere la Fondazione Bruno Kessler e/o l’Università degli studi di Trento, in qualità di partner di sviluppo strategici, in alcune proposte di progetti europei riguardanti tematiche di interesse comune in materia di energia. Previste inoltre una borsa di dottorato industriale, e la sottoscrizione di un Accordo Quadro con la Fondazione Bruno Kessler e con Trentino Sviluppo, per attività di collaborazione congiunte presso il neo-costituito centro laboratoriale Tess Lab, presso il Progetto Manifattura di Rovereto, e lo sviluppo di altre collaborazioni in vari campi fra cui fuel cell e applicativi per impieghi nel campo dell’installazione e della manutenzione dei prodotti Solidpower.
Ed ancora: entro la fine del 2021 la società promuoverà la nascita di almeno una startup nell’ambito del Progetto Manifattura nel settore energetico, ICT o in quello della meccatronica

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy