Salta al contenuto principale

Da sabato torna Expo Riva Schuh

che «ringrazia» i cinesi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 33 secondi

Apre i battenti il prossimo sabato 12 gennaio la novantunesima edizione di Expo Riva Schuh, una delle più importanti fiere di settore a livello internazionale, con produttori provenienti da oltre cento Paesi. L’iniziativa, organizzata da Riva del Garda Fierecongressi Spa e dedicata specificatamente alla grande distribuzione organizzata italiana ed estera, raccoglie di anno in anno adesioni crescenti, arrivando a portare in Trentino, nell’arco dei quattro giorni di apertura, oltre 12mila visitatori ed una quarantina di delegazioni internazionali specializzate nell’ambito delle calzature.

A 42 anni dalla nascita, la manifestazione, che si terrà sui 32mila metri quadrati espositivi del quartiere fieristico, si avvale della collaborazione con il Ministero dello sviluppo economico (Mise) e l’Ice (Italian trade agency), nonché di alcuni dei principali colossi mondiali, in particolare cinesi ed indiani, che raccolgono gran parte dei produttori asiatici, attualmente quelli collocati sulla grande maggioranza dei mercati mondiali. L’evento, che rappresenta una fonte di indotto considerevole per tutto il territorio dell’Alto Garda, in un periodo di bassa stagione turistica, si completa con la seconda edizione di Gardabags, la fiera interamente dedicata alle borse, mentre per la popolazione locale sono previsti due appuntamenti con la giornalista di costume Cinzia Malvini e la «stile coach» Carla Gozzi (previsti al Palavela rispettivamente il 12 gennaio alle ore 18 il primo, e il 13 gennaio dalle 10 alle 12, il secondo).
«Mentre in tutta Italia si sono registrate chiusure preoccupanti nel settore delle fiere - ha detto il presidente della società promotrice Roberto Pellegrini - noi abbiamo visto il nostro fatturato crescere, al pari dell’adesione dei visitatori ai nostri eventi.

Un risultato, che comprende anche la vittoria della sfida con la fiera di Düsseldrof, principale concorrente nel campo della calzature, reso possibile dall’alto profilo di internazionalizzazione assunto fin da subito, con il coinvolgimento di produttori asiatici. In particolare, siamo stati i primi a prendere la Cina come punto di riferimento per il settore».
La fiera, che apre la stagione espositiva del 2019 e anticipa l’esposizione fissata per il prossimo giugno, rappresenta una parte importante della programmazione annuale della società organizzatrice, che gestisce il quartiere fieristico e il Palacongressi di Riva del Garda. Secondo le stime riferite dallo stesso presidente Pellegrini, l’indotto portato sul territorio dal polo ammonta complessivamente a 35milioni di euro. Si tratta, di una cifra che, a quanto emerso, potrebbe crescere in relazione all’ampliamento del polo di Riva del Garda, per cui è arrivato nei giorni scorsi il via libera da parte della Giunta provinciale.

Expo Riva Schuh, in particolare, si avvale di 1.469 espositori (di cui 262 italiani) provenienti da 39 Paesi differenti, mentre i visitatori, in crescita di pochi punti in percentuale rispetto agli anni passati, appartengono a 102 nazionalità diverse. Nel 2019, sono inoltre previste espansioni su mercati nuovi, quali quello tedesco, spagnolo, giapponese e vietnamita. Dal canto suo, «Gardabags», che comprende anche accessori di moda, conta 60 espositori (27 italiani) da 9 diversi Paesi, distribuiti sui 2000 metri quadrati del Palavela.

«La fiera - ha concluso il direttore di Fierecongressi Giovanni Laezza - è un evento mondiale con ripercussioni su tutto il territorio di Riva, con 250 persone coinvolte direttamente, oltre ai nostri 33 collaboratori».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?