Salta al contenuto principale

Lo storico marchio Candy

comprato dai cinesi di Haier

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 37 secondi

Il gruppo cinese Qindao Hayer si compra, per 475 milioni di euro, gli elettrodomestici Candy. Lo annuncia il gruppo quotato a Shangai sottolineando che acquisirà il 100% dell’azienda dai due soci italiani.

La società della famiglia Fumagalli è solo l’ultimo dei marchi italiani che passa in mani estere.

«Siamo felici di entrare in Haier. Qingdao Haier e Candy Group condividono la stessa visione, che è quella di continuare a migliorare la qualità della vita delle famiglie. Crediamo che la capacità di innovazione, tecnologia e design unite allo stile italiano di Candy si integreranno perfettamente con il modello operativo di Qingdao Haier. Insieme soddisferemo meglio le crescenti richieste di prodotti più personalizzati e renderemo migliore e più semplice la vita delle persone», Questo il commento di Beppe e Aldo Fumagalli alla firma di quella che viene definito «un accordo relativo alla combinazione delle attività di Haier e Candy», in base al quale «Haier investirà 475 milioni di euro per accelerare ulteriormente la propria crescita nel mercato europeo».

Dopo il perfezionamento dell’operazione, Haier stabilirà a Brugherio (Monza), in Italia, il proprio quartiere generale europeo. Il gruppo cinese, viene indicato, continuerà a investire in Candy per aumentarne la competitività in Europa e a livello globale.

Candy Group, è multi-brand company di proprietà della famiglia Fumagalli (i fratelli Aldo e Beppe, rispettivamente presidente e a.d) e occupa circa 5.000 dipendenti, ha sette stabilimenti produttivi in Europa, Turchia e Cina, e 45 società controllate e uffici di rappresentanza in tutto il mondo e la sede, il centro di design, lo stabilimento centrale e la Ricerca e Sviluppo si trovano a Brugherio.  Nel 2017 ha registrato ricavi per 1,6 miliardi.

Il perfezionamento dell’operazione annunciata oggi è previsto nel 2019 dopo il via libera delle autorità di Cina, Ue, Russia, Turchia e Ucraina.
Unendo le forze con l’attuale management team di Candy, Haier punta a espandere la propria leadership nel settore degli elettrodomestici intelligenti in Europa nell’era dell’Internet of Things (IoT) e a fornire prodotti e servizi di alta qualità agli utenti europei e globali. Questo investimento - spiegano le due aziende in una nota congiunta - segna una tappa importante nella strategia globale di sviluppo del gruppo cinese, che possiede sei marchi globali, Haier, GE Appliances, Fisher & Paykel, AQUA, Casarte e Leader e nel 2017 si è posizionato per il nono anno consecutivo come maggior marchio di elettrodomestici al mondo in termini di vendite.

Al completamento dell’accordo, i marchi principali di Haier, inclusi Candy/Hoover/Rosières, continueranno a produrre sinergie a livello globale e a promuovere l’innovazione del gruppo insieme al progresso del mercato degli elettrodomestici europeo e mondiale.  Liang Haishan, presidente del Cda di Qingdao Haier ha dichiarato: «Nell’era dell’IoT, facendo leva sulle sue forti capacità di ricerca e sviluppo, Candy Group si è focalizzata sull’applicazione delle tecnologie di rete agli elettrodomestici tradizionali, obiettivo che si allinea perfettamente con la strategia ‘Eco-brand’ di Haier. Riteniamo che questa operazione segni l’inizio di una cooperazione strategica di successo tra Haier e Candy Group, che non solo stimolerà il potenziale del mercato degli elettrodomestici intelligenti, ma ispirerà anche il settore a mantenersi all’avanguardia per migliorare l’esperienza del cliente».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy