Viaggio in Germania

La Germania è considerata la patria originaria dei Mercatini di Natale. Assieme ad Austria e Italia, è il Paese europeo più caratterizzato dal fenomeno, con in più il merito di aver dato inizio alla tradizione. In Germania si trova infatti il Mercatino di Natale in assoluto più antico di tutto il mondo, quello di Dresda, di cui la primissima attestazione risale già al 1434! L’antico documento testimonia come in quella lontana data nella capitale della Sassonia la tradizione del Mercatino di Natale fosse già viva, dal momento che si parla di uno Striezelmarkt, ovvero di un Mercato degli Striezel, dolce tipico della tradizione natalizia tedesca.

Il termine Christkindlmarkt, Mercato di Gesù Bambino, fu coniato già in quell’epoca lontana, sottolineando il profondo legame di quest’usanza con le origini cristiane della cultura tedesca. Esso è rimasto nel tempo e caratterizza tuttora la maggior parte dei Mercatini dell’Avvento di area tedesca, austriaca e sudtirolese.

Tra l’altro,mercatini di natale in origine i Mercati di Gesù Bambino coincidevano con i Mercatini di San Nicola, meglio noto come Santa Klaus, figura storica e sacra insieme, che in area mitteleuropea è da sempre amata quanto, se non più, dello stesso Babbo Natale. Se i Mercatini di Natale sono un’invenzione tutta tedesca, è evidente quanto essi siano profondamente cari alla Germania. Probabilmente sono proprio i Mercatini tedeschi quelli più sorprendenti per l’ abbondanza di addobbi e decorazioni, di luci e illuminazione di ogni tipo, per la spettacolarità degli eventi che accompagnano ed arricchiscono la visita alle bancarelle. Nelle suggestive serate d’Avvento, si potrà passeggiare per i Mercatini di Natale restando a bocca aperta di fronte a monumenti, manieri ed altri edifici antichi illuminati a giorno, vetrine addobbate con manichini a grandezza naturale, ricostruzioni di paesaggi innevati ed altri diorami di scene di festeggiamenti, con dolci e leccornie spesso reali.

Visto il radicamento nel tessuto sociale tedesco, non stupisce che in Germania esista un numero davvero incalcolabile di Mercatini di Natale. Si va dai più piccoli borghi delle aree montane, alle principali capitali degli stati federali. Tra queste ultime, vanno ricordate certamente Dresda, sede del più antico Mercatino di Natale del mondo, Monaco di Baviera, Berlino, Stoccarda, Potsdam, Brema, Amburgo, Hannover, Düsseldorf ed Erfurt. Ma ci sono molte altre città che ospitano importantissimi Mercatini natalizi: innanzitutto Norimberga, con uno dei Mercatini di Natale più antichi di tutta la Germania, e poi Aquisgrana, Augusta, Baden-Baden, Berchtesgaden, Coblenza, Coburgo, Colonia, Dortmund, Francoforte, Friburgo, Heidelberg, Lipsia, Lubecca, Mainz, Rotherburg ober der Tauber, Seiffen e Treviri.

Nel Baden-Württemberg ci sono almeno due importanti Mercatini di Natale: uno si trova a Stoccarda, la capitale dello stato federale, l’altro a Baden-Baden.
Il Mercatino di Natale di Stoccarda è considerato, assieme a quelli di Dresda e Norimberga, uno dei più antichi d’Europa, con più di 300 anni di storia. Si svolge dal 24 novembre al 23 dicembre ed è senza dubbio il più grande di tutto il vecchio continente: ospita infatti dai 200 ai 300 stand provenienti dalla Germania e da tanti altri Paesi europei.
A Baden-Baden il Mercatino di Natale si tiene dal 23 novembre al 26 dicembre, incorniciato dall’incredibile spettacolo delle montagne della Foresta Nera. La città termale ospita nei giorni dell’Avvento oltre un centinaio di allegre bancarelle, situate all’inizio del celebre viale Lichtentaler, il Lichtentaler Allee, in una delle zone più belle della città.

In Baviera il Mercatino di Natale per eccellenza è quello di Monaco, capitale dello stato federale. Si svolge tra il 26 novembre e il 24 dicembre in Marienplatz ed è uno dei più antichi della Germania. E’ molto frequentato, vista anche la spettacolarità che la celebre piazza raggiunge quando è colma di luccicanti bancarelle, disposte attorno ad un maestoso albero di Natale alto 30 metri e illuminato da ben 2500 lucine colorate!

Come non ricordare poi il Mercatino di Natale di Norimberga, molto antico (risale infatti al 1628) e davvero famosissimo in tutto il mondo. La piazza Hauptmark è davvero suggestiva con la miriade di luci e colori che la invade dal 26 novembre al 24 dicembre, una cornice straordinaria per adulti e, soprattutto, per bambini! Proprio accanto al Mercatino più tradizionale si trova infatti uno dei pochi Mercatini di Natale dedicato solo ai bambini, con tantissime attrazioni e con prodotti che vanno incontro prima di tutto ai gusti dei più piccini. Qui perciò l’unico artigianato che si trova è quello dei giocattoli, mentre abbondano i dolciumi, le frittelle, lo zucchero filato e il punch… analcolico!.
Ad Augusta il Mercatino di Natale si svolge dal 22 novembre fino alla vigilia del 24, nel centro storico della città. Tra canti di Natale, profumo d’abete rosso, luci dorate, aroma caldo di vin brulè e salsicce, per i visitatori del Christkindlesmarkt di Augusta non c’è davvero tregua alla stimolazione dei sensi! La ciliegina sulla torta è proprio l’ambientazione. Ad Augusta infatti domina uno scenario antico e maestoso, di origine rinascimentale, reso particolarmente suggestivo dai suoi monumenti, come la Perlachhall, la Torre, i frontoni decorati e le abitazioni patrizie. A sottolineare questo splendore, oltre alle bancarelle addobbate e luccicanti, ci sono un enorme albero di Natale ed una piramide di otto metri di altezza, che si contendono il dominio della scena e al tempo stesso creano al suo interno un singolare quanto folgorante contrasto tra passato e contemporaneità.

Berlino è capitale della Germania e dell’omonimo stato federale di Berlino. Come tale, è la città-simbolo del Mercatino di Natale, del Paese che per antonomasia è noto come la patria dei Mercatini natalizi. A Berlino ci sono circa 60 Mercatini nei giorni dell’Avvento, quest’anno festeggiato in città dal 22/24 novembre al 26 dicembre e in alcuni casi fino al 2 gennaio. Si possono trovare davvero tutti i tipi di Mercatini possibili, da quelli solo gastronomici o solo artigianali a quelli misti, da quelli più in linea con la modernità ai più tradizionali o addirittura di ambientazione medievale, da quelli caratteristici della Germania a quelli che ricostruiscono atmosfere di altri Paesi europei, dai Mercatini più affollati a quelli più piccoli e intimi fino al Mercatino dei Bambini. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti: è impossibile tornare da Berlino insoddisfatti!

Nel Land del Brandeburgo sono molto famosi i Mercatini di Natale della capitale federale Potsdam. Situata a pochissimi chilometri da Berlino, la città è un gioiello dell’età imperiale, dal 1990 patrimonio dell’Unesco. Merita dunque di essere visitata e, se non per palazzi e parchi reali, per i suoi Mercatini di Natale. La città ne ospita almeno cinque importanti, tutti tra il 20 novembre e il 26 dicembre.

Ad Amburgo, capitale dell’omonimo stato federale, è la seconda città tedesca per importanza dopo Berlino. Anch’essa dunque ospita una grandissima quantità di Mercatini di Natale. Tra il 22 novembre e il 31 dicembre se ne contano sette nel centro storico e cinque nella periferia…uno per ogni aspettativa di cittadini e turisti!

Nello stato federale dell’Assia spiccano i Mercatini di Natale di Francoforte. Dal 24 novembre al 22 dicembre le casupole di legno degli stand vengono collocate all’interno del centro storico, il Römerberg, e lungo tutto il corso del fiume Meno, da cui si gode una meravigliosa veduta del paesaggio circostante. Presso la Chiesa di San Paolo viene allestito anche un Mercatino di Natale dedicato agli Artisti. Per i bambini, non vanno dimenticati il corteo di San Nicola del 6 dicembre e l’attrazione del trenino a vapore.

Si possono ricordare anche i Mercatini di Natale di Hannover, capitale della Bassa Sassonia. Si svolgono tra 25 novembre e 22 dicembre e sono due. Anche Colonia, nel Land  Nord Reno – Westfalia, è impegnata a festeggiare l’Avvento tra il 22 novembre e il 23 dicembre con la tradizione irrinunciabile dei Mercatini natalizi. Addirittura, la città ne presenta ben sette

La città di Aquisgrana, situata vicino al confine con il Belgio e l’Olanda, è l’antica capitale imperiale del Sacro Romano Impero, resa famosa da Carlo Magno e Federico Barbarossa, divenuta dal 1978 patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco. Già di per sé questi motivi basterebbero per giustificare una visita ad Aquisgrana, doverosa a maggior ragione nei giorni dell’Avvento. Dal 19 novembre al 23 dicembre la città infatti ospita nella storica Marktplatz un incantevole Mercatino di Natale, dove è possibile gustare il tipico e unico panpepato di Aquisgrana, l’Aachener Printen, o altri dolci natalizi tedeschi come lo Spekulatius e il marzapane.

Anche Dortmund è protagonista di un interessante Mercatino di Natale. Il Mercatino di Dortmund è uno dei più grandi della Germania e, con quasi 300 bancarelle, compete con quello di Stoccarda. Ma Dortmund vanta anche un altro record: possiede il più grande albero di Natale della Germania, alto 45 metri ed illuminato da oltre 40000 lampadine! Un record assoluto, non eguagliato nemmeno dal grande abete al centro di Marienplatz a Monaco. Gli innumerevoli chalet di Dortmund espongono oggetti artigianali, giocattoli, decorazioni natalizie, e mostrano la maestria degli artigiani locali. Tantissimi i banchi dedicati alle prelibatezze della cucina tedesca e, in particolare, a quella della Westfalia.

In Renania-Palatinato, è Treviri una delle città più importanti ad avere Mercatini di Natale. Tra 22 novembre e 22 dicembre quasi 100 bancarelle vengono allestite nel medievale Hauptmarkt e davanti alla imponente cattedrale di Treviri, suggestiva cornice storica e artistica. Treviri infatti è una città antichissima, fondata dai Romani e con un tesoro architettonico non indifferente, incluso nel patrimonio Unesco. La città custodisce il monumento più grandioso della Germania Romana, la Porta Nigra, ma molti altri sono i monumenti romani: l’Anfiteatro, le Terme Barbara, le Terme Imperiali, la Basilica di Costantino, il Ponte Romano, il Mausoleo d’Igel; molte sono anche quelle medievali: la Cattedrale di San Pietro e la Chiesa di Nostra Signora.
Il Mercatino di Natale non fa che arricchire di ulteriore fascino la città che, di per sé, non ne avrebbe bisogno.

La capitale della Sassonia, Dresda, è sede del più antico Mercatino di Natale mai esistito al mondo, di cui abbiamo la prima attestazione in un documento del 1434 che, facendo riferimento a certi tipici dolci natalizi che vi si vendevano all’epoca, lo definisce Dresdner Striezelmarkt, ovvero mercato dello Striezel. Ora questo mercato, che occupa le vie del centro cittadino nell’area dell’Altmarkt, è molto noto e si dirama anche nelle vie circostanti. Non è l’unico a Dresda, che ne conta oltre cinque, disseminati in vari quartieri più o meno periferici, con caratteristiche tutte proprie, ma sempre dal fascino irresistibile. Dunque, qual miglior inizio se non Dresda per tuffarsi nel magico mondo dei Mercatini di Natale, che qui hanno visto la loro nascita?!

Erfurt è la capitale della Turingia ed ha mantenuto un centro storico medievale praticamente intatto, caratterizzato da due edifici in particolare: la Cattedrale (Mariendom) e la chiesa di San Severo (Severikirche), situate una accanto all’altra. E’ proprio qui che, tra 23 novembre e 22 dicembre, Erfurt si riempie del suono melodioso delle campane, del vocio di centinaia di visitatori, del calore fisico e umano delle luci e della festa, animandosi di un meraviglioso Mercatino di Natale.

Ma i Mercatini di Natale sono ormai diventato un evento natalizio in gran parte dei paesi europei, e come in Germania, così anche l’Austria e l’Italia sono sede di importanti mercatini ed eventi dedicati al Natale.

mercatini innsbruckL’Austria vanta più di 2.500 Mercatini di Natale sparsi in ogni città, dalla capitale Vienna ai più piccoli centri, più o meno noti ma tutti ugualmente meritevoli di essere visitati. Oltre ai Mercatini più grandi e celebri, come quelli di Vienna, Salisburgo, Graz e Innsbruck, molto interessanti e suggestivi sono anche i Mercatini di Natale che si svolgono nelle piccole città storiche austriache. Molte di queste si trovano nel Tirolo austriaco, come Linz, Imst, Hall in Tirol e Kufstein, ma ve ne sono tante altre in tutta l’Austria, come Feldkirch nella regione del Vorarlberg, Gmunden, Rust nel Burgerland, il famoso centro di pellegrinaggio di Mariazell, Sankt Veit an der Glan in Carinzia, Steyr in Alta Austria e Wels.

Attraverso i Mercatini di Natale le cittadine austriache mostrano tutto il loro fiabesco splendore, divenendo mete ideali per visitatori desiderosi di apprezzarne l’artigianato e di assaporarne le prelibatezze culinarie, godendosi incantevoli paesaggi invernali. Nelle piazze di ogni città innumerevoli banchetti in legno, allestiti intorno ad un grande albero illuminato e decorati con luci e tipici addobbi, impreziosiscono il clima già festoso creando un’atmosfera magica.
Fra deliziose creazioni in legno e vetro, loden tirolesi, pregiate candele artistiche e splendide decorazioni per l’albero, aleggiano costantemente tra le bancarelle le musiche del Natale ed un profumo di dolci e specialità gastronomiche tipiche del periodo: il panettone di frutta secca detto Zelten, il Früchtebrot o pan pepato fragrante di forno, le spezie, le mandorle tostate e le castagne, ma anche il Glühwein o vin brulé, offerto quasi dappertutto per scaldarsi nelle fredde giornate di dicembre, e infine il Tiröler Kiachln e il Krapfen, che fanno impazzire grandi e piccini.

In Italia la regione italiana più sensibile a questa tradizione è senza dubbio il Trentino-Alto Adige, ma è l’Italia intera ad essere ricca di Mercatini di Natale. Durante gli anni, infatti, nel nostro Paese si è assistito sempre più ad una larga diffusione di questo fenomeno, a cavallo tra folklore e tradizione religiosa, che di regione in regione, di città in città, ha assunto caratteristiche sempre nuove.

Tra gli eventi dedicati al Natale la Campania offre certamente la magia dei Mercatini di Natale e, naturalmente, è protagonista nel mondo con Napoli. Nella città partenopea il Natale è sinonimo di Presepe. In particolare, via San Gregorio Armeno è considerata la via del Presepe Napoletano ed ospita le botteghe della migliore arte presepiale della città, artefice delle splendide statuine che compongono i celebri Presepi napoletani, noti in tutto il mondo. Ma via San Gregorio Armeno è anche sede dal 5 al 28 dicembre del Mercatino di Natale cittadino, in realtà un mercato che vive tutto l’anno. Qui infatti gli artigiani lavorano costantemente alla preparazione delle tipiche statuine in terracotta e delle capannucce di sughero, con la sola differenza che le botteghe durante il mese di dicembre diventano vere e proprie bancarelle. In questo modo, una delle espressioni più tipiche della cultura napoletana si unisce alla tradizione nord-europea del Mercatino, offrendo il meglio di sé nell’atmosfera suggestiva di strade e vicoli illuminati, banchetti variopinti, estrosi addobbi natalizi, squisiti profumi e sapori della gastronomia locale.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

@ Papalino :

Ti riferivi al PD e al loro comico toscano che assieme a Forza Italia non hanno mai voluto...

30-10-2014 21:21
Ottone Weimar :

Io viaggio molto, prevalentemente all`estero. Soggiorno mediamente in 30-40 hotel diversi ogni...

30-10-2014 21:20
SINDACATI! :

Chi riempie le piazze? Sindacalisti stipendiati, disoccupati, cassaintegrati, pensionati,...

30-10-2014 21:15
Bertol Bruno :

Un Sindaco da solo non puo'arrivare a tanto ! Molti hanno condiviso e si sono fatti trascinare...

30-10-2014 21:08
Ottone Weimar :

Io viaggio molto, prevalentemente all`estero. Soggiorno mediamente in 30-40 hotel diversi ogni...

30-10-2014 21:03