Weekend Enogastronomici d’Autunno

Cosa c’è di meglio di un fine settimana ad ottobre dedicato proprio ad uno dei “piaceri della vita”, ovvero il cibo?
L’autunno è infatti la stagione ideale per un weekend all’insegna del gusto e del palato, occasione anche per conoscere paesi e piccoli borghi italiani.
In questo periodo infatti ogni regione, e quasi ogni provincia italiana propone un evento o una sagra dedicata al proprio prodotto più importante o di maggior pregio, per cui non c’è davvero che l’imbarazzo della scelta e ci si può sbizzarrire alla ricerca dell’evento dedicato al nostro prodotto o piatto preferito, o magari a quello che avremmo sempre desiderato assaggiare e ancora non ci è capitata l’occasione…
Gli eventi dedicati ai prodotti tipici sono quindi tantissimi, ogni regione d’Italia ha i suoi, e a partire dalle sagre dedicate alle castagne, ai funghi, alla vendemmia e quindi al vino, che si trovano praticamente in ogni regione, sul resto dei prodotti non c’è davvero che l’imbarazzo della scelta.
Proponiamo per primi forse i due eventi più conosciuti anche a livello internazionale:

Fiera internazionale del Tartufo di Alba - 9-14 novembre

Ottant’anni, un compleanno da ricordare e anche da celebrare. La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco per Alba è molto più di una ricorrenza: è la sintesi stessa dell’albesità, racchiusa nel suo “diamante grigio”. Perciò la festa si farà, con gli appuntamenti della tradizione e con molte novità.
Il logo studiato per l’edizione 2010, l’ottantesima, appunto, la dice tutta.
Il numero 80 è stampato in grande, perché si possa ricordare.
E il verde di cui è colorato rappresenta il bosco di Langa e Roero e rilancia il tema dell’ambiente, cioè l’importanza dell’ecosistema per la sopravvivenza del Tartufo Bianco e la necessità di tutelare la biodiversità.
Ma c’è di più, per chi sa guardare. Ci sono, e non a caso, i colori della bandiera italiana. E si leggono come un inno nazionale, cantato all’unisono per un grande, il Tuber magnatum Pico, da 80 anni ambasciatore di Alba nel mondo.

EUROCHOCOLATE PERUGIA - 15-24 ottobre

La diciassettesima edizione di Eurochocolate avrà come claim Zip, Viaggio Lampo nel Cioccolato e come logo un mondo –quello del cioccolato, appunto- chiuso (o aperto, dipende dai punti di vista…) da una zip. Un mondo tutto da scoprire e da preservare, in cui viaggiare per conoscere. Zip, però, è anche un modo per comprimere i file, renderli meno pesanti e trasmetterli più velocemente. Ovvero un modo per comunicare… in un lampo! Eurochocolate, dunque, anche per il 2010 sceglie un linguaggio giovane, moderno, immediato con cui far conoscere e gustare al meglio tutto il piacere del cioccolato.
E a proposito di piacere del cioccolato, anche Costruttori di Dolcezze, il brand nato sotto l’egida di Eurochocolate, dedica i nuovi prodotti della linea 2010/2011 al claim Zip, Viaggio Lampo nel cioccolato, a partire dal Tiramigiù, gadget ufficiale di Eurochocolate 2010 che, grazie ad una vera e propria zip che si apre sulla confezione, fa scoprire 8 mini tavolette di cioccolato al latte che, a loro volta, simulano una golosa cerniera lampo. Del Tiramigiù, una volta finito il cioccolato resterà la pratica zip portacellulare da portare sempre con sé. Decisamente originale e insolito è Chock-In, Cioccolato da viaggio. Quale oggetto interpreta meglio di ogni altro il concetto del viaggio se non la valigia? Così Costruttori di Dolcezze ha scelto di riempirla con golosi cioccolatini al latte ripieni di crema alla nocciola per un Chock-In goloso prima di partire per il viaggio di Eurochocolate. In bocca al lupo… Crêpes! è, invece, l’augurio di CdD a tutti i golosi che decideranno di intraprendere il viaggio nel mondo del cioccolato, magari preparando gustose crêpes da farcire con la crema al cioccolato e nocciola contenuta nel pratico flacone squeezable. Infine, è ideale per viaggiare e per la scuola la ChocoZipBag, la lunga zip che si trasforma in una pratica borsina, da usare come astuccio o porta trucco, una volta gustati i tre prodotti firmati Costruttori di Dolcezze che sono all’interno: Carte da Choco, Golosimetro e Chocopirina.

E poi vi suggeriamo una serie di altre feste ed eventi enogastronomici:

Mortadella in Festival - Cento, Emilia Romagna –25/9-26/9

Un intero territorio che si tinge di rosa per celebrare un alimento simbolo della cultura italiana: la mortadella. Una due giorni dedicata a questo prodotto divenuto famoso in tutto il mondo. Il Castello della Rocca di Cento si animerà per l’occasione con le danze dei grandi chef: itinerari enogastronomici, degustazioni guidate, musica, spettacoli, intrattenimento. Testimonial della rassegna il conduttore di RAI Uno Alessandro Di Pietro.

Sagra dell'anguilla - la regina delle valli di Comacchio: 2/10-10/10

Il periodo autunnale ed invernale è infatti il migliore per assaporare il pesce di valle: l'anguilla, ormai matura, intraprende in suo viaggio verso il Mare dei Sargassi, per riprodursi.
Ecco perché proprio in ottobre, lungo le vie del centro, e nello stand gastronomico appositamente allestito nella corte di Palazzo Bellini, si potrà gustare l'anguilla in tutte le sue prelibate preparazioni: alla griglia, a brodetto, marinata nell'aceto.
I sapori di Volterragusto - Volterra
A Volterra (Pisa), nei due fine settimana dal 23 al 24 Ottobre e dal 30 Ottobre al 1 Novembre 2010, torna l’atteso appuntamento autunnale dedicato alle specialità enogastronomiche di Volterra e della Val di Cecina. Sapori di Volterragusto celebra il pregiato Tartufo bianco locale, prodotto simbolo di questo angolo della Toscana e protagonista della Mostra Mercato del tartufo Bianco delle Colline Sanminiatesi.

TriestEspresso Expo 2010 - Trieste

La Fiera di Trieste, dal 28 al 30 ottobre 2010, ospita la quinta edizione di “TriestEspresso Expo 2010” una fiera biennale dedicata al caffè che, in pochi anni, ha raggiunto un prestigio internazionale per la sua capacità di coinvolgere, presentare e mettere a confronto tutta la filiera dell’industria del caffè espresso.

Sagra del Tortello e della Cacciagione

Nel suggestivo scenario autunnale del Mugello, dal 15 al 17 Ottobre 2010 si svolge la “Sagra d’autunno” in programma presso il Foro Boario di Borgo San Lorenzo (FI). I visitatori potranno degustare il tradizionale tortello, i piatti a base di cacciagione, l’ottimo “Marrone del Mugello IGP” che proprio in ottobre vede il suo momento magico. Completeranno…la tavola, bistecche ed arrosto allo spiedo.

Sagra delle Radici a Soncino, Cremona, Lombardia 24 ottobre 2010

Da ben 44 anni si svolge puntualmente, alla quarta domenica di ottobre, la Sagra delle Radici.
La radice amara, gustosissima verdura invernale, è un prodotto caratteristico del territorio circo¬stante l'antico borgo di Soncino. Si consuma come una verdura, è buona e gustosa, ma fa bene come una medicina: è un depurativo eccezionale contenente inulina che produce benefici effetti sull'intestino e sul sangue. Ha la forma di una carota ed è raccolta in autunno-inverno per giungere sulle tavole dei buongustai di tutta Italia e dell'Europa.

Sagra del "Pan-Zal" - San Vito al Tagliamento (PN) dal 14 al 17 ottobre 2010 e dal 21 al 24 ottobre 2010

La "Sagra del Pan-Zal" si svolge tradizionalmente durante il terzo e quarto fine settimana di ottobre in concomitanza con il giorno di San Luca (18 ottobre), copatrono di Rosa.
La festa paesana di San Luca ha origini antiche ed è sempre stata collegata al "Pan-Zal", il dolce della povera tradizione locale che, in particolare per questa occasione, veniva preparato in grande quantità dalla gente di Rosa. La festa di San Luca è stata talmente caratterizzata dal "Pan-Zal" da essere ben presto riconosciuta appunto come "Sagra del Pan-Zal".
Il "Pan-Zal" (pane giallo) è una piccola focaccia dolce, a base di zucca, che per antica tradizione viene preparata durante il mese di ottobre dalla gente di Rosa, piccola frazione di San Vito al Tagliamento (PN). L'inizio di questa tradizione non è noto ma si sa con certezza che la preparazione del "Pan-Zal" era già ampiamente diffusa nell'Ottocento.
Gli ingredienti sono quelli tipici della povera tradizione contadina, frutto dell'ingegnosità nello sfruttare le poche risorse a disposizione per preparare il dolce con cui rallegrare degnamente la festività di San Luca (18 ottobre), copatrono di Rosa. Alla polpa di zucca bollita veniva aggiunta farina di mais e di segala, fichi secchi ed un goccio di grappa. Si otteneva, quindi un impasto al quale, subito prima della cottura, andavano aggiunti il lievito e semi di finocchio. Tramite una scodella veniva poi prelevato il quantitativo di impasto necessario per una pagnotta, che poi veniva modellata e, in taluni casi, avvolta in una foglia di verza. La cottura avveniva al centro del focolare, coprendo i pani con materiale termo-resistente, su cui venivano disposte le braci. In molti casi si ricorreva anche alla collaborazione dei fornai della vicina San Vito, che mettevano a disposizione i propri forni per la sola cottura del "Pan-Zal", limitandosi a richiedere esclusivamente la fornitura delle fascine di legna necessarie.
Al giorno d'oggi la produzione del "Pan-Zal" continua ad essere eseguita, nelle antiche modalità sopra descritte, solo in alcune case di Rosa.
Per i grandi quantitativi prodotti in occasione della tradizionale "Sagra del Pan-Zal" si ricorre ad un panificatore locale, nel rispetto dei principi di preparazione originari ma con alcuni piccoli adattamenti: le farine di mais e di segala vengono sostituite dalla farina di grano tenero e, ovviamente, i pani non vengono avvolti nella foglia di verza.

Sagra dell’agnellone e del castrato QC - Brisighella,Emilia Romagna - Dal 31/10/2010 Al 31/10/2010

Mora Romagnola, Agnellone e Castrato saranno i protagonisti di due eventi golosi in programma a Brisighella (Ra) sul finire del mese di ottobre.
Domenica 31 ottobre, le carni e i prodotti che si potranno assaporare sono invece quelli dell’Agnellone e del Castrato QC cui è dedicata una propria sagra.
Il programma della sagra prevede: dalle ore 9 l’esposizione di ovini e caprini
e dalle ore 10 l’apertura della mostra-mercato Copaf dei prodotti tipici e dell'artigianato locale. Alle ore 11.30 si aprirà lo stand gastronomico dove sarà possibile degustare prelibate pietanze e grigliate con le carni di agnellone e di castrato. Nel pomeriggio prenderà il via un ricco programma con intrattenimenti musicali e culturali.

Agnellone e Castrato QC
Le carni a Qualità Controllata (QC) sono ottenute da agnelloni e castrati prodotti tipici della tradizione contadina locale che oggi sono allevati secondo un Disciplinare di Produzione con regole ben precise. Per quanto riguarda l’agnellone, gli animali devono avere un’età compresa tra i 70 e i 180 giorni con peso vivo tra i 25 e i 50 kg. Le carni devono avere un colore rosa o rosa scuro. Il colore del grasso deve essere bianco o bianco crema senza tendere al giallo. Il castrato, invece, ha un’età di macellazione compresa tra i 5 e i 12 mesi di vita, con il peso vivo compreso tra i 40 e i 100 kg. Le carni devono avere un colore rosa scuro, senza colorazioni anomale. Anche in questo caso il colore del grasso deve essere bianco o bianco crema senza tendere al giallo.
La Regione Emilia-Romagna ha coniato il marchio QC a favore dei prodotti agroalimentari ottenuti nel territorio regionale con le tecniche di produzione integrata, rispettose della salute e dell’ambiente. I prodotti contrassegnati col marchio Qualità Controllata garantiscono il consumatore perché adeguati controlli assicurano il rispetto di standard di qualità definiti da appositi disciplinari di produzione. La garanzia, in questo caso, si estende anche alla fase successiva e all’allevamento, cioè alle operazioni di conservazione e trasformazione della materia prima. I prodotti QC sono: frutta fresca e conservata, verdura fresca e conservata, cereali (farina e pane), carni, vino, olio, miele.

E poi ancora…..
Sagra del Tordo - 30-31 ottobre a Montalcino
Festa del Torrone di Cremona - 19-20 novembre
Fine novembre - Sagra del Cinghiale in Toscana

Per restare invece in Trentino

POMARIA
2010 - Dal 09.10.2010 al 10.10.2010
Casez Val di Non Trentino , 9-10 ottobre 2010
Ottobre, tempo di raccolta nelle Valli di Non e di Sole, quando la natura offre i suoi frutti più belli, più profumati e gustosi. Per rendere omaggio alla generosità della natura, la Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e di Sole presenta la manifestazione Pomaria.
Il 9 e 10 ottobre nella cornice dello splendido centro rinascimentale di Casez, prenderà vita la sesta edizione di questo straordinario evento, alla scoperta delle tradizioni e dei sapori locali. Casez aprirà le porte del suo castello e delle sue dimore patrizie ai visitatori, per celebrare il ritorno alle proprie radici e riscoprire l’antico legame con la natura.
Una festa immersa nei caldi colori dell’autunno per far conoscere l’arte e la storia di un magico territorio.
Pomaria, dal latino pomarium, frutteto, e in onore di Pomona, dea protettrice dei frutteti, rappresenta il forte legame con una terra antica che sa valorizzare il passato per far conoscere la propria cultura.
Le vie del centro saranno animate da rappresentazioni di antichi mestieri, musiche, mercatini e una mostra pomologica.
Degustazioni di vini e prelibatezze locali attenderanno gli ospiti: il Groppello di Revò, le celebri mele D.O.P. della Val di Non, il Casolét della Val di Sole e la Mortandéla Affumicata, presidio Slow Food.

oppure
NATURALMENTE BIO A ROVERETO - Domenica 3 ottobre dalle 10 alle 18 a Rovereto in località Navicello vi aspettiamo per Naturalmente_Bio!, terza edizione della festa del biologico trentino.

Piazza dei Bio-Sapori con il mercato dei produttori trentini.
Piazza dei Bio-Saperi dedicata all’informazione su ambiente, biodiversità, alimentazione.
Bio-Ristoro con i piatti della cucina biologica.
Bio-Festa con laboratori, degustazioni, musica e giochi.
Bio-Fattoria didattica e Bio-Merenda per tutti i bambini.

Ascolta la puntata di "Una radio in viaggio" del 22 settembre 2010

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

Lucky :

devono rincorrere l'orso.... quanti soldi risparmiati se non si reintroduceva

02-09-2014 08:33
Silvio malacarne da Cles :

Sig. Diego Mosna mi scusi,
Lei è cresciuto nel settore privato, Lei è abituato a dire...

02-09-2014 08:27
margheritina :

proprio un bel trio, il viaggio chi lo
paga?

02-09-2014 08:25
francesca 22 :

Senza tanti giri di parole, sono più che d'accordo con le dimissioni di Bort. Che cosa ce ne...

02-09-2014 08:16
La fine dell'Italia :

Non serve aspettare il 2017. Renzi e' un pataccaro. E a chi sostiene che l'unica alternativa a...

02-09-2014 08:14