Checco Moser: «Ma cosa vogliono i comunisti?»

ROMA - «Ma cosa vogliono questi comunisti con tutte quelle bandiere rosse? È una vita che organizzano corse ciclistiche come il Giro delle Regioni o il Gran premio della Liberazione, dove favorivano i russi, e nessuno ha mai detto niente. Perchè anche gli altri non dovrebbero farlo?». Francesco Moser, ex campione del mondo di ciclismo e vincitore del Giro d'Italia, è fortemente polemico con quanti protestano contro il Giro della Padania. «Se non avessero fatto tutto questo casino - dice anche l'ex campione del mondo e recordman dell'ora - nessuno si sarebbe accorto che c'era il giro della Padania, invece adesso lo sanno anche i sassi. Mi hanno criticato perchè ho partecipato alla presentazione di questa corsa, ma quando ho corso il Gp della Liberazione nessuno ha detto niente».

«E mi ricordo - aggiunge Moser - un anno proprio in quella corsa ero in fuga, verso Cerveteri, con Tullio Rossi (che poi divenne suo gregario n.d.r.) e con due russi, uno dei quali poi vinse commettendo una scorrettezza per la quale avrebbe dovuto essere squalificato. Invece siccome era dell'Urss, col cavolo che i 'compagnì lo fecero». Ma almeno non sarebbe stato opportuno chiamare in altro modo questa corsa a tappe? «Ripeto: ma quelli che protestano cosa vogliono? - ribadisce Francesco Moser -. La Padania esiste, è inutile far finta di niente, quindi è giusto che la corsa si chiami così. Certe realtà ci sono, come per esempio anche l'Euregio, territorio che comprende il Sudtirolo, ed il Trentino e del quale noi vogliamo organizzare il giro ciclistico. Nessuno si è scandalizzato per il Gp della Liberazione dell'Unità e dei comunisti, perchè farlo ora per il giro della Padania? Non c'è niente di male nel fatto che esista anche questa corsa, e chi fa casino e provoca scontri le fa solo pubblicità».
274 commenti

Premetto che di Ken il Guerriero non conosco nulla, sono trppoo giovane e non ho visto che alcune puntate che passavano qualche anno fa su tv private, non l'ho trovato per niente appassionante almeno il cartone animato, preferivo l'uomo tigre che era in palinsesto subito dopo. Certo che se e8 cosi come lo racconti e8 davvero avvilente come film,non c'e8 niente di peggio che delle trasposizioni mal riuscite.

6-700G.Bodenehr realizza un incisione della citta' di Arco dove si puo' leggere ..schloss und staettle in Arch oder Arco im Tyrol nicht fern vom Gardasee gelegen....a Riva del G c'è una bellissima stele sotto il municipio che mette in evidenza tutti i passaggi di governo della citta',anche se di stampo irredentista"la stele colloca la prima volta del governo di Riva nel contado Tirolese gia nel '300,Arco invece resto' sempre in Tirolo tant è che nel Tirolo austriaco si festeggia per la difesa del Tirolo da parte della gente della Busa e della valle dei laghi durante le invasione di Vendome

6-700G.Bodenehr realizza un incisione della citta' di Arco dove si puo' leggere ..schloss und staettle in Arch oder Arco im Tyrol nicht fern vom Gardasee gelegen....a Riva del G c'è una bellissima stele sotto il municipio che mette in evidenza tutti i passaggi di governo della citta',anche se di stampo irredentista"la stele colloca la prima volta del governo di Riva nel contado Tirolese gia nel '300,Arco invece resto' sempre in Tirolo tant è che nel Tirolo austriaco si festeggia per la difesa del Tirolo da parte della gente della Busa e della valle dei laghi durante le invasione di Vendome

1200 Dante cita nella divina commedia questa terra come Tirolo...fine'400A.Durer nei suoi viaggi dipinse il castello di Arco l'opera si intitola FenedierKlawsen chiusa Veneziana al di la' al Serenissima al di qua il Tirolo...'600l'Aquila Tirolensis-Tiroler Adlerkarte,si noti anche come l'idioma latino venga prima del tedeso,voluta dall'imp.Massimigliano rappresenta l'intero Tirolo con le citta' principali e rappresenta l'aquila stemma della citta' di Trento la piu' importante e popolosa del Tirolo per secoli,tutt'oggila stessa aquila è la bandiera dell'odierno Tirolo..............

1200 Dante cita nella divina commedia questa terra come Tirolo...fine'400A.Durer nei suoi viaggi dipinse il castello di Arco l'opera si intitola FenedierKlawsen chiusa Veneziana al di la' al Serenissima al di qua il Tirolo...'600l'Aquila Tirolensis-Tiroler Adlerkarte,si noti anche come l'idioma latino venga prima del tedeso,voluta dall'imp.Massimigliano rappresenta l'intero Tirolo con le citta' principali e rappresenta l'aquila stemma della citta' di Trento la piu' importante e popolosa del Tirolo per secoli,tutt'oggila stessa aquila è la bandiera dell'odierno Tirolo..............

Ma infatti nessuno dice che il Trentino deve essere nel Tirolo,ma solo che deve chiamarsi Tirolo,mantenendo comunque l'Autonomia e statuto attuale. Dai che non è dificile.

Ma infatti nessuno dice che il Trentino deve essere nel Tirolo,ma solo che deve chiamarsi Tirolo,mantenendo comunque l'Autonomia e statuto attuale. Dai che non è dificile.

Il celeberrimo luogo, in cui Cesare Battisti padre, aiutato da numerosi parenti, sputò in faccia e gridando “TRADITORE! ASSASSINO DELLA TUA STESSA GENTE! “ - mentre andava alla forca - al figlio omonimo, ( tristemente noto anche x le funeste conseguenze ) appartenente alle bande delle elìtes di notabili dell'epoca, e benestanti agiati; negli innumerevoli tentativi di piegare e sopraffare un popolo ed una terra alle proprie volontà, usando ogni tipo di violenze, vessazioni, umiliazioni, soprusi, si serviva spesso di conoscenze altolocate e intrallazzi all'interno delle massonerie e loro associate : famosissima la sua lettera alle logge massoniche dei coratini. Scaltro e furbo conoscitore di mappe e territorio, abilissimo nel trarre in inganno il proprio stesso popolo, contro il quale ingaggiò ogni genere di sotterfugio e rappresaglia, pur di annientarlo e consegnarlo all'invasore; furtivo e celato maneggiatore di agitatori di popolo, che adorava nascondersi sotto i cadaveri dei soldati italiani dell’Esercito invasore italiano, ai quali sparava perché troppo lenti nell'annientare un popolo mite e pacifico, che solo tentava strenuamente di difendersi con i pochissimi mezzi a disposizione .... Affinché ponesse fine al massacro del proprio stesso popolo mitteltirolese e süd/welschtirolese, venne riconosciuto dal Kaiserjäger della Nonsberg Bruno Franceschini, che lo consegnò alle autorità.

Se ti appoggi a wikipedia sei a corto di argomenti, mio caro. Lì possiamo scrivere quello che vogliamo. Allora: Il Trentino è Tirolo forzatamente dal 1815 al 1915 (1918). Periodo buio come quello dal 1922 al 1945. Due periodi nei quali NIENTE AUTONOMIA e trattati come pezze da piedi. Quindi ora niente fascismo ma neanche Austria, niente Tirolo. Non fate scoppiare una guerra civile tra di noi, la perdereste, la maggior parte ha capito e mai accetterà il Trentino parte del Tirolo. Mai!

Se ti appoggi a wikipedia sei a corto di argomenti, mio caro. Lì possiamo scrivere quello che vogliamo. Allora: Il Trentino è Tirolo forzatamente dal 1815 al 1915 (1918). Periodo buio come quello dal 1922 al 1945. Due periodi nei quali NIENTE AUTONOMIA e trattati come pezze da piedi. Quindi ora niente fascismo ma neanche Austria, niente Tirolo. Non fate scoppiare una guerra civile tra di noi, la perdereste, la maggior parte ha capito e mai accetterà il Trentino parte del Tirolo. Mai!

A quello che parla di mappe e dice che il Trentino non figura su nessuna vecchia mappa del Tirolo, vorrei ricordare che non deve guardare su quelle vecchie dell'Abissinia per trovare Trento-Trient, Rovereto-Rofreit, Riva-Reif, ecc. Prego, accomodati: http://it.wikipedia.org/wiki/TiroloUn'altra cosa: se i Tirolesi trentini erano così stufi, nel 1919 non sarebbero stati intorno al 95% quelli che in caso di plebiscito avrebbero scelto di restare con l'Austria, come ha dichiarato un certo Alcide De Gasperi! E questa bello il mio nazionalistone, è vera storia, che ti farà ribollire la bile!

Quello che dice che un po' di storia non fa male, dimentica forse di dire che non fa male se è vera e documentabile, mentre quella di sua libera interpretazione o invenzione che ci vorrebbe rifilare lui, altrochè se fa male! Dev'essere lo stesso personaggio affetto da "tirolofobia", che ogni tanto appare ovunque si parli di Tirolo, Trentino e dintorni. Sembra infatti che questi argomenti gli facciano venire l'orticaria, giudicando dall'insofferenza che fa trasparire dai suoi commenti.

vallo a spiegare al padanissimo moser...o vien fuori che cembra la fa part de trent? perché alora sen tuti zitadini!abasslo la padania e i pavani

Tifare o denigrare questo o quel Partito porta solo vantaggi alla casta dei politicanti, maestra nell'applicare alla perfezione il principio di dividere e imperare. Non serve a nulla cambiare le persone fintantoché questo sistema, fatto apposta per avvantaggiare i peggiori, resterà in piedi.Dal sistema trentino, o italiano, basato su un livello altissimo di discrezionalità ed un livello bassissimo di rischio (c'è la certezza quasi assoluta di farla sempre franca), cosa ci possiamo aspettare?

probabilmente il paesino era di lingua ladina visto che i ladini partivano dai Grigioni per passare in tutta la val venosta tutta la parte centrale del odierno Tn AA per arrivare fino in slovenia la lingua tedesca penetro' solo piu' tardi verso il '700 ma non fu mai un problema visto che a detta dei liguisti il confine linguistico rimase molto variabile nei secoli senza mai creare conflitti tra la gente di queste terre..le identita' dubbie sono state create ad arte solo dopo il '18 certo che lo dobbiamo ai nostri padri è per questo che ribattero'tutte le menzogne di ciarlatani come te

Forse per ti che ses zitadin. Noi valligiani abbiamo nel cuore il nome Tirolo,Trentino mi sa tanto di periferia di Trento. Come nome fa schifo!!

A Rovereto abbiamo un sindaco poverello di idee, coraggio, iniziativa. Poveri noi!!

che sporca la politica!la lega non doveva forzare la mano e i violenti non dovevano essere tali.a ben vedere abbiamo a che fare con 2 soggetti violenti: la lega nord, coloro che si sono portati puntine da disegno ecc ecc...e in un colpo solo si demonizza chi ha espresso il dissenso civilmente.e ora divina che ha anche la faccia tosta di cavalcare la cosa.pensi a cosa ha fatto per l'A22 piuttosto.io se fossi della lega mi vergognerei di passeggiare per il trentino di questi tempi....

Il tratto comune di oltre 1000 anni è la ricerca per il trentino di una dimensione propria, di autogoverno e autonomia.I Tirolo erano solo degli usurpatori, oggi sarebbe come chiamare l'Italia Berluscolandia.E' anche puro buon senso, con le nostre tradizioni e la nostra storia, che senso ha prendere il nome da un paesino di lingua tedesca? E' una sproporzione uno scherzo della storia.Siate orgogliosi di essere Trentini e non cercate identità dubbie. Lo dobbiamo ai nostri avi che hanno lottato secoli per poter autodeterminarsi.

Il tratto comune di oltre 1000 anni è la ricerca per il trentino di una dimensione propria, di autogoverno e autonomia.I Tirolo erano solo degli usurpatori, oggi sarebbe come chiamare l'Italia Berluscolandia.E' anche puro buon senso, con le nostre tradizioni e la nostra storia, che senso ha prendere il nome da un paesino di lingua tedesca? E' una sproporzione uno scherzo della storia.Siate orgogliosi di essere Trentini e non cercate identità dubbie. Lo dobbiamo ai nostri avi che hanno lottato secoli per poter autodeterminarsi.

Anzi esattamente il contrario. La regione agli inizi del 1000 era il Principato Vescovile del Sacro Romano Impero di Trento che aveva sotto 3 diocesi, Bressanone, Bolzano e Trento. Di Tirolo nel 1000 non si parla proprio.Pian pianino però la famiglia dei Tirolo e poi per via ereditaria gli Asburgo lasciano sempre meno spazio, con alterne vicende, alla autonomia del Trentino che non cessa mai del tutto fino all'800 con Napoleone dove il Principato formalmente muore.Io direi quindi che definirsi tirolesi non coglie la complessa storia del Trentino. Ma una parte piuttosto ristretta.

Anzi esattamente il contrario. La regione agli inizi del 1000 era il Principato Vescovile del Sacro Romano Impero di Trento che aveva sotto 3 diocesi, Bressanone, Bolzano e Trento. Di Tirolo nel 1000 non si parla proprio.Pian pianino però la famiglia dei Tirolo e poi per via ereditaria gli Asburgo lasciano sempre meno spazio, con alterne vicende, alla autonomia del Trentino che non cessa mai del tutto fino all'800 con Napoleone dove il Principato formalmente muore.Io direi quindi che definirsi tirolesi non coglie la complessa storia del Trentino. Ma una parte piuttosto ristretta.

Ma che mappe hai visto. dal 1815 al 1920 il Trentino era tirolo,impero austroungarico. E ti ricordo che nell'impero austroungarico c'erano 11 nazionalità diverse e riconosciute,per cui anche gli italiani erano riconosciuti.i trentini erano TIROLESI ITALIANI . é stato detto e ridetto,ma è possibile ancora tanta ignoranza??

Ma che comunisti e comunisti! I saputelli che fanno la spia e sparano giudizi non hanno certo la stoffa per presentarsi in piazza, codardi come sono. Infatti non sanno di cosa parlano o chi c'era in strada (e non in piazza, sciocchini).Via dall'Italia gli anti-italiani, i leghisti mandiamoli a casa loro!!! Viva il Trentino italiano!

1000 anni dove?? Vai a vederti sulle mappe e noterai che il Trentino attuale non appare sotto nessuna denominazione di Tirolo. Quando era Austria qua chi la pensava in maniera, cioè diceva di essere italiano qua, finiva in carcere, ricordatelo, altro che ventennio! Siete odiosi e prepotenti adesso con sta palla del Tirolo, figurati quando governavate ai tempi. Immagina i trentini quanto potevano essere stufi di questa sottomissione agli austriaci e al vostro fanatismo, difatti in guerra chi poteva disertava! W la Libertà, W l'Italia, nostra unica madrepatria!

è davvero una vergogna che un sindaco targato pd dia manforte a quattro manifestanti esagitati E questo nella città "della pace"! Non sono leghista, ma c'è un limite a tutto nel manifestare il proprio dissenso. Leggo che i corridori sono stati vittime di sputi e imprecazioni: comportamento incivile e barbaro da chi vuol mettersi in cattedra e dar lezioni di pace con tanto di bandiere arcobaleno fino a poco tempo fa.. che commedianti!!A chi darò il voto alle prossime elezioni? non si sa proprio chi scegliere :abbiamo in Italia il peggio del peggio a destra e anche a sinistra!!

Il sindaco di Rovereto del PD e il segretario roveretano del PD mobilitano le masse contro il Giro della Padania.Il sindaco di Brentonico, sempre del PD, appare sul quotidiano La Padania del 25 o 26 luglio scorso, con tanto di foto, come promotore e collaboratore del Giro della Padania.Domanda: riuscite a mettervi daccordo almeno in casa PD?

che vergogna,la città sotto scacco di 4 violenti antidemocratici. E il sindaco ne è anche orgoglioso! non voterò mai PD

Un errore durato 1000 anni, devi essere proprio un genio ad averlo individuato! Ma chi ti credi di essere per dire a noi quello che dobbiamo essere o sentirci di essere? Sai qual'è stato il vero errore, disastroso, per la tua Italia? E' stato quell'odioso e terribile ventennio, quando imperversavano quelli che la pensavano come te! Vergognati! Ricordati che la gente deve essere libera di pensare quello che vuole, hai capito zukom? Tu devi esser libero di sentirti italiano e per lo stesso motivo, noi dobbiamo essere liberi di sentirci tirolesi!Un orgoglioso Tirolese

Per fortuna che ci sei tu a salvarci!

Non siamo tirolesi! BAsta con ste terminologie di secoli fa mai poi aprropriate per la nistra terra! Chi usa sto termine, si ricordi che ora siamo in Italia e ci chiamiamo trentini. E anche se il Trentino ha nome recente, è da accettare in ogni sua forma e contenuto visto che prima era un errore chiamarci così!

ma andate a lavorare tutti quanti: padani, anarchici, comunisti, leghisti. Ma non avete proprio un azzo da fare nella vita? Siete tutti figli della Nutella.

Politici? Sono ne piu ne meno che esperssione del paese e questo dovrebe fa pensare. O sono caduti dal cielo. E la cultura decadente ce cialtronesca della società he li ha creati che va cambiata e subito. Non per niente STARK ( BCE dimesso) si era messo a ridere per l'adesione dell'italia all'euro. A quanto pare la risata non era fuori luogo.

Ma cosa vogliono i Padani dai Trentini?Chiedete ai cugini tirolesi il giro di Padania...è si perchè come nn è Padania il Trentino tanto meno lo è l'Alto Adige,solo che la si riesce a prevenire evitando corse alle quali per eliminar ogni polemica bastava chiamare giro dell?italia Settentrionale.Stop e polemiche ferme.In quanto a perdigiorno tra questi odiatissimi anarchici comunisti o quello che sono mai dico mai dovrebbero vergognarsi quanto un politico...di Trento, di Roma ecc...veri streotipi di perdigiorno e svuota portafogli o no Ugo di Molina?Buona domenica

x BENNY esatto e uno si chiede cosa fanno nella vita questri perdigiorno dalla piazza facile? Non avranno qualcosa da fare a casa come falciare o pitturare le imposte o la cantina o magari curare i'intonaco che cade in mezzo alla strada come spesso accade nell'evoluto trentino? O saranno nelle case itea o altre pubbliche per reddito basso? E dove avranno studiato? Nelle eccelse sociologie locali o a scienze politiche?

forse è meglio che a lavorare cominci anche tu

bravi

I giri ciclistici che menzioni, Giuseppe, hanno tutti un riferimento geografico mentre la Padania esiste solo nella mente dei leghisti e questo è troppo poco. Secondo te a Sondrio si sentono padani? A Belluno? A Cuneo? A Genova??? A Trento??????? Hanno fatto una cosa usuale per loro e cioè grossolana, e a sinistra non sono stati da meno

@ GiuseppeI Paesi Baschi esistono (vedi wikipedia anche se non è il massimo dell'affidabilità) e sono indicati anche i cofini.La Padania è un termine con forte connotazione politica che indica (a seconda a chi fa comodo) la Pianura Padana o il Nord Italia (molto preciso come confine no? Prova a dire a Durni che è in Padania!

@ La Padania... si trova dove vi fu Atlantide.

Rox, il poveraccio sei tu, che devi collocare un nome anonimo, mentre Checco e´un mito.

io non li sopporto i "ciucciaruote" che ce l'hanno con i contestatori salvo poi parassitare le eventuali conquiste.

Anarcoidi e neocomunisti: a LA-VO-RA-RE!

Il signor Moser si metta a studiare: Euregio nome assunto dopo Convenzione di Madrid del 1980 sulla cooperazione transfrontaliera.Padania ? = Parto notturnoLo sport non si tocca, sponsorizzazioni e denominazioni che ci ridicolizzano sì. Come il suo: "comunisti".....Chi non la pensa come lui, deve essere comunista?? Deve pedalare ancora molto....

Povera Italia, a che punto siamo arrivati!!!Invece che contestare quanto stà avvenendo da anni nel mondo del calcio ( vedi certi ingaggi e partite trucate) se la prendono con i ciclisti che sono gli sportivi che fanno più fatica e quel poco che prendono è super guadagnato!!! E poi forse qualcuno dimentica o non sà che in Spagna esiste il giro dei paesi Baschi, in Francia, il giro del Delfinato e del Midi libre ed altri ancora e non succede niente. E allora come si possono definire i contestatori?? "FANULLONI"

Che vandali sti antipadani!

Povero Francesco Moser, la facevo un po' più intelligente..........

se vuoi metti questo video http://www.youtube.com/ watch?v=rIPPVLgouz8&feature= player_embedded

Moser si dimentica che la Padania non esiste.Un piccolo dettaglio che uno come Lui dovrebbe sapere se ha letto la Costituzione.A Rovereto si è difesa la Costituzione prima ancora che copntestare la strumentalizzazione politica dello sport da parte di un partito che fa del razzismo e dell'esclusione la sua bandiera.

i ge na bon temp sta gent che và a protestare per niente,il ciclismo è uno sport, della politica se ne fregano i concorrenti,che vadino a lavorare sti manifestanti dopo come al solito i centri sociali ie i primi che se schiera,primi a essere abusivi e primi a essere mantenuti...vergogna qulcuno poteva farsi male..

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

Bibi :

Io non sono forte in matematica ma se i politici Trentini con un colpo di mano e senza scosse si...

24-04-2014 16:33
abc :

Basta 80enni alla guida

24-04-2014 16:33
paolobi :

è di chi le bici le ruba (le nuove risorse..). Se l'avesse pagata, non sarebbe lì.

24-04-2014 16:32
mauro da trento :

più e più volte detto e scritto. sono Angeli che "cadono" dal cielo. sono spettacolari, bravi e...

24-04-2014 16:27
Pericolosissimo fin da Concepimento- Nascita... :

Autonomia di TT-AA non è che ponga queste Regioni al di fuori della unica vera LEGALITA'( LEGGI...

24-04-2014 16:17
 

 

 

 

 

Seleziona la provincia
Seleziona la tipologia