Salta al contenuto principale

Con il bel tempo scattano le sanzioni

anche nel passaggio tra brutta e bella stazione occorre fare il cambio degli pneumatici

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto m 35 secondi sec

In inverno, quando arriva novembre, monta la preoccupazione per il cambio gomme. L'obbligo di sostituire gli pneumatici estivi con quelli invernali ? o, in alternativa, di tenere a bordo le catene da neve ? porta gli automobilisti ad affollare officine e gommisti, per dotarsi del treno di gomme adatto alle mutate condizioni climatiche (e per evitare pesanti multe). Meno noto, forse, è l'obbligo contrario, ossia quello di cambiare le gomme invernali con quelle estive. L'ultima circolare del Ministero dei Trasporti costringe gli automobilisti a rimontare di nuovo gli pneumatici estivi a partire dal 15 aprile, con una tolleranza di un mese. I possessori di automobili hanno dunque tempo fino al 15 maggio 2017 per ripristinare la dotazione adatta alla bella stagione. Oltre questa data, chi non avrà ancora pensato di sostituire gli pneumatici da neve, contrassegnati con la sigla M+S («Mud+Snow»), possono essere soggetti a sanzioni amministrative ingenti. Da maggio fino ad ottobre scattano i controlli sulle strade, che possono portare gli agenti a infliggere multe che vanno dai 422 ai 1.695 euro. In taluni casi si può addirittura arrivare al ritiro della carta di circolazione e all'obbligo di visita e prova alla sede della motorizzazione civile più vicina alla residenza dell'automobilista incappato nei controlli. Non preoccupatevi, però. Non tutti sono obbligati a smontare le gomme invernali e a installare gli pneumatici estivi. C'è un'esenzione, infatti, che riguarda il codice di velocità indicato sulla dotazione. Se la velocità massima alla quale la gomma invernale può viaggiare coincide o è superiore a quella riportata sul libretto di circolazione del veicolo, l'automobilista può circolare con il cuore in pace, evitando il costo della sostituzione delle gomme e una possibile multa da parte delle forze dell'ordine. Bisogna ricordare, però, che questa è una strategia di corto respiro: il risparmio momentaneo è annullato a lungo andare dall'usura di gomme con mescola relativamente morbida: meglio allora fare il cambio oppure montare un treno di gomme «4 stagioni».

[a cura di Media Alpi Pubblicità]

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?