Ugo Rossi: «Walter Ferrazza

non può sparare a Daniza»

nuova_cartella_4daniza05_g
 
Walter Ferrazza non può sparare a Daniza, l'orsa che a Ferragosto ha aggredito Daniele Maturi, 38 anni di Pinzolo. Non lo può fare lui direttamente e non può autorizzare qualcuno a farlo. A dirlo è il presidente della Provincia Ugo Rossi. Il sindaco di Bocenago, dopo che il plantigrado si è avvicinato al territorio di sua competenza, ha detto che «ho il dovere di difendere gli abitanti, sono pronto ad intervenire personalmente per la cattura immediata e l'abbattimento dell'orsa». Immediata la reazione dell'Enpa: «Azione legale se i cuccioli e Daniza saranno maltrattati»
 

 

Studentessa rapinata

con lo spray urticante

spray

Passo svelto e borsa sulla spalla, la ragazza stava rientrando a casa domenica sera. Era in via Giusti quando ha notato un'ombra avvicinarsi e con un gesto repentino accostarle qualcosa al viso. Poi il buio: ha sentito gli occhi bruciare e poi uno strappo al braccio. Colta di sorpresa, non è riuscita a reagire ritrovandosi sola, in strada, senza più la sua borsetta. L'aggressione - che per le forze dell'ordine si configura come rapina - è avvenuta domenica sera, poco dopo le 23. La vittima è una studentessa universitaria, bloccata da un uomo e derubata con lo spray urticante al peperoncino. Il malintenzionato che l'ha «puntata» era a piedi

Silvano Grisenti sospeso,

in Consiglio c'è Fasanelli

massimo fasanelli progetto trentinoSi è aperta con l'ingresso in aula di Massimo Fasanelli, nuovo consigliere provinciale invitato a prendere posto nell'emiciclo dal presidente Dorigatti, la seduta straordinaria dell'assemblea legislativa che era stata chiesta dalle minoranze per discutere il problema della Gallox e dell'occupazione nel Trentino. Massimo Fasanelli, sindaco di Pomarolo e primo dei candidati non eletti nella lista di Progetto Trentino, è subentrato a Silvano Grisenti, "temporaneamente sospeso" dalla carica di consigliere provinciale in seguito all'applicazione dell'articolo 8 del decreto legislativo 235 del 2012, la cosiddetta legge Severino

Ex ostello a Trento,

si riprova la vendita

nuova_cartellalex_ostello_della_giovent

Sul tavolo della circoscrizione Centro Storico Piedicastello domani sera approderà la richiesta di parere presentata dal Comune sulla vendita, mediante asta pubblica, dell'ex albergo Ancora, già sede dell'Ostello della Gioventù, che si trova in via Manzoni. In realtà si tratta del secondo bando perché già nel corso del 2009 l'Amministrazione aveva indetto un bando simile

Un altro milione e mezzo

in arrivo per i forestali

forestaliIl Servizio Foreste e fauna provvede a completare le proprie attività anche con il supporto di circa 160 operai forestali fuori ruolo, assunti con contratto di diritto privato, organizzati in squadre capillarmente distribuite sull'intero territorio provinciale. Al fine di assicurare la continuità dei servizi e di soddisfare agli imprescindibili obblighi retributivi nei confronti del personale operaio dipendente, il Servizio Foreste e fauna ha approvato un primo «Programma delle spese relative alle iniziative forestali da realizzare in economia nell'anno 2014 tramite funzionario delegato», per l'importo complessivo di 2 milioni 150.000 euro

Bort, Razzi e Salvini,

lo strano trio in Corea

gianni bortGianni Bort, numero uno di Confcommercio Trentino e neo presidente della Camera di Commercio, ieri era a Pechino, sulla via del ritorno dal viaggio in Corea del Nord, Paese asiatico sottoposto alla feroce dittatura del regime di Kim Jong-un. La strana missione era guidata dal senatore di Forza Italia Antonio Razzi e dal segretario della Lega Nord  Matteo Salvini ed è stata accolta ai massimi livelli dagli esponenti del regime e del partito comunista. «Ne parleremo al ritorno» afferma Bort, raggiunto al telefono

Giovanetti: «Ora si dimetta»

Renzi: «Giudicatemi nel 2017

La Germania è il modello»

renzi

Il premier Matteo Renzi rivendica i risultati «immediati» e «concreti» del decreto Poletti e rilancia sulla delega, il cosiddetto Jobs Act, ora all'esame del Senato. Un disegno di legge che, sottolinea il presidente del Consiglio, «speriamo di poter approvare il prima possibile, ragionevolmente entro l'anno». Il provvedimento è chiamato a riformare il mercato del lavoro, guardando, avverte, alla «Germania», che è «un nostro modello, non un nostro nemico»

Scontro moto-camion

a Pelugo, è gravissimo

Santa Chiara

È in gravissime condizioni la persona rimasta ferita poco prima delle 20 in uno scontro tra una moto e un camion nei pressi di Pelugo. Le forze dell'ordine stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica dei fatti. Sul posto è arrivato anche l'elisoccorso

Mosna: «Mi dimetto

deluso dalla politica»

diego mosna

È pronto alle dimissioni dal Consiglio provinciale Diego Mosna, che alle elezioni aveva sfidato Ugo Rossi quale candidato presidente. L'imprenditore è deluso: «La giunta snobba l'opposizione e la nostra presenza è inutile. Rossi non ha capito la gravità della situazione»

I tuoi commenti

Maria Teresa B. :

...di bene in meglio....
(Chi percepisce la vena satirica ha visto giusto)

02-09-2014 13:10
Luci :

stamattina ne sono arrivati altri 1593.

02-09-2014 13:09
Sicomoro :

"Mi impengnerò nell'attuazione del programma" e allora voglio il mio bonus benzina con i soldi...

02-09-2014 13:07
@essecorta :

le cose in italia vanno così non solo a Trento e gli italiani per anni hanno votato pdl e Lega....

02-09-2014 13:04
Pk :

Dopo Grisenti, Fasanelli.
Di male in peggio...

02-09-2014 13:00

 

 

 

 

Nido di Villazzano,

ecco un mln di euro

Cominceranno la prossima estate i lavori di ristrutturazione e ampliamento dell'asilo nido di Villazzano Tre, di cui la giunta comunale ha approvato il progetto per un investimento complessivo di un milione di euro. La ristrutturazione richiederà circa un anno di tempo. Il progetto prevede la completa ristrutturazione interna dell'edificio sede del nido d'infanzia e la realizzazione di un piccolo ampliamento di circa 45 mq. La struttura avrà così un'organizzazione interna maggiormente funzionale alle esigenze educative dei piccoli ospiti e verrà ampliata. I posti disponibili passeranno da 39 a 45

Consigliere chiede una via

per Rabin e Arafat

Intitolare a Trento di una nuova via o piazza al leader dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina, Yasser Arafat, morto nel 2004 e a Yitzhak Rabin, primo ministro israeliano assassinato nel 1995. La proposta, a firma del consigliere di Rifondazione comunista in circoscrizione Centro Storico Piedicastello, Mario Voltolini, è all'ordine del giorno dell'assemblea che si svolgerà domani sera. «Nessuna targa - spiega Voltolini - è stata mai apposta per ricordare chi voleva la pace e si è opposto alla guerra. Mi sembra pertanto doveroso, davanti all'ennesima strage in Palestina»

I boia di al Qaida

tornano in azione

Il web gronda sangue: è quello delle vittime dei boia di al Qaida, che dall'Iraq all'Egitto, passando per lo Yemen, decapitano e sgozzano i «nemici» davanti alle telecamere. Nuovo orrore dopo la decapitazione di James Foley, di un soldato curdo in Iraq e di quattro «collaboratori del Mossad» in Sinai. Le massime autorità religiose sunnite sono scese in campo fino alla Dar al Ifta del Cairo, che ha invitato a chiamare i miliziani dell'Isis «terroristi» e non «Stato islamico», perchè con i loro atti violano la Sharia