Salta al contenuto principale

Atmosfere magiche e visionarie

con “Montagne di stelle”

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

Era uno degli appuntamenti più attesi del Trento Film Festival, e non ha deluso le attese. Spostato dal Bondone al Parco della Albere a causa delle condizioni meteo, “Montagne di stelle”, opera musicale-sonora-immersiva in cuffia sotto le stelle, nasce dall’incontro tra l’artista, lighting show designer e performer Mariano Detassis e il musicista, compositore e sound designer Carlo Casillo (foto di Nicole Fronza, Elisa Anselmi, Giulia Gai, Federico Gazza, Giulia Battisti).



Un’opera sonora e musicale visionaria, dedicata alle stelle ed alla luna, nella ricorrenza del 50° anniversario dell’allunaggio, da ascoltare in cuffia osservando il cielo di notte. Sei musicisti dal vivo, suoni elettronici, spazializzazioni sonore e le “voci” della scienza, della poesia, della mistica, della filosofia, della musica e della fantasia si sono fuse in una partitura unitaria per regalare all’osservatore, mentre guarda le stelle, una visione suggestiva, ispirata, emozionale ed immersiva.

Il pubblico ha preso posizione su materassini o coperte per puntare lo sguardo verso il cielo: un viaggio nello spazio infinito del cosmo e dell’anima.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy