Salta al contenuto principale

Stasera all'Auditorium

il «mentalista» Tesei

Ha le forme di Human il nuovo spettacolo che nasce dall'intenzione di gettare luce sui misteri del mentalismo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 14 secondi

Francesco Tesei (nella foto), che ha conquistato anche il pubblico televisivo nel suo ruolo di mentalista, ritorna stasera, giovedì 14 marzo alle 21, all’Auditorium con il nuovo spettacolo Human nell'evento organizzato dalla Showtime Agency (ore 21; biglietti ancora disponibili).

Lo show di Tesei propone uno sguardo alla sua arte da una prospettiva originale e quanto mai attuale: il mentalismo come modo per tornare a stupirsi per le magie dei rapporti umani. Quelli veri: a contatto diretto, guardandosi negli occhi, parlando, cogliendo le sfumature di un’espressione del viso, lo stato d’animo e i pensieri di chi abbiamo vicino.



Dunque un percorso che nasce dall’intenzione di gettare luce sui misteri del mentalismo, e che conduce verso una domanda universale: «Cosa ci rende umani?» Sul palco il più importante mentalista italiano, le cui abilità sono spesso interpretate come «poteri» al limite del sovrannaturale: un cammino composto da immagini, parole e da esperimenti di mentalismo in cui il pubblico non è semplice spettatore, ma anche protagonista. Attraverso la relazione tra il mentalista e il pubblico, Human diventa quindi un’esperienza di condivisione per una suggestiva esplorazione di inconscio, ragione, e di tutto ciò che vive a cavallo tra i due mondi, recuperando gli aspetti profondamente umani che ci rendono ciò che siamo e che si stanno perdendo in un mondo tecnologico, sempre più virtuale, distratto e illusorio.

“Dietro ogni mentalista – racconta Tesei - c’è un uomo che usa la sua arte per indurre a stupirsi per le magie dei rapporti umani, quelli veri, quelli che nascono faccia a faccia, ascoltando quello che viene detto ma anche quello che non viene detto, il linguaggio non verbale, le pause, i silenzi, i respiri. Questo in contrapposizione ad una società sempre più frenetica, sempre più tecnologica e virtuale, finta e illusoria”

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy