Salta al contenuto principale

«Orange is the new black» 

Arriva la sesta stagione

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 24 secondi

«Questa non è casa mia...». «Ma queste persone sono delle psicopatiche». Sono in carcere. Ognuna per un motivo diverso. Ognuna con la propria storia alle spalle. Le detenute resteranno unite o finiranno per rivoltarsi le une contro le altre?
Netflix annuncia il trailer, la locandina e le prime immagini della sesta stagione dell’iconica serie originale Orange Is The New Black ma la loro libertà è ancora rinchiusa dietro le sbarre.
Le signore di Litchfield sono tornate, questa volta hanno una volontà di ferro e niente da perdere. Nel carcere di massima sicurezza le amicizie saranno messe alla prova e si formeranno nuove alleanze.
I nuovi episodi saranno disponibili da venerdì prossimo sul colosso streaming con più di 125 milioni di abbonati in oltre 190 paesi.
Le ragazze verranno catapultate in un nuovo mondo, fatto di nuove regole e nuove alleanze. Come se non bastasse, a mettere loro pressione ci saranno gli investigatori, che tra giochi psicologici e altro, cercheranno di farle parlare.
In concomitanza con il trailer sono state inoltre diffuse nuove immagini ufficiali, in cui le nostre detenute non sembrano passarsela molto bene.
Il sesto capitolo riprenderà la narrazione dal potente cliffhanger che ha segnato la fine del precedente.
Per chi non se lo ricordasse, nella quinta stagione abbiamo visto le carcerate della prigione di Litchfield, protagoniste di una sommossa. Alcune di loro sono rimaste nascoste dentro al bunker di Frieda, mentre le altre sono state divise e trasportate in altre prigioni. «Orange Is The New Black» è basata sul best-seller autobiografico di Piper Kerman . Ma pare che le nuove puntate prendono le distanze dal libro a cui è ispirato, cercando di approfondire i legami e i sentimenti delle donne che scontano la pena in carcere.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy