Salta al contenuto principale

Sarà il Giappone il Paese

ospite del Trento Film Festival

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 1 secondo

Sarà il Giappone il Paese ospite della 66/a edizione del Trento Film Festival, rassegna internazionale dedicata alla montagna, all'avventura e all'esplorazione, in programma dal 26 aprile al 6 maggio.   

"Del Giappone si andrà alla scoperta, come un vero e proprio viaggio, attraverso un ricco programma cinematografico, di mostre ed eventi che metteranno in luce tutti suoi affascinanti aspetti sociali e culturali, non tralasciando i postumi di un trauma come quello della catastrofe nucleare di Fukushima, e soffermandosi soprattutto sul profondo e straordinario legame spirituale dei giapponesi con le montagne e le foreste", ha detto questa mattina il presidente del festival Mauro Leveghi in una conferenza stampa a palazzo Roccabruna, a Trento, in sui sono state presentate le prime anticipazioni.    Il manifesto della rassegna quest'anno è firmato dall'illustratore e graphic designer Philip Giordano. Madre filippina, padre svizzero, Giordano è nato a Savona nel 1980 e da qualche anno vive a Shibuya, in Giappone.   

I lungometraggi in anteprima italiana che apriranno e chiuderanno la programmazione cinematografica sono il film di sport e avventura francese Tout là-haut, di Serge Hazanavicius, girato tra le nevi di Chamonix e dell'Himalaya, e il debutto italiano Resina di Renzo Carbonera, interamente ambientato nella comunità cimbra di Luserna in Trentino.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy