Salta al contenuto principale

Al Santa Chiara Peppe Vessicchio

e i Solisti del Sesto armonico

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

«Contrada larga» recupera l’esibizione di Peppe Vessicchio e dei Solisti del Sesto armonico in programma per la serata del 2 luglio scorso, quando il maltempo costrinse l’organizzazione a rimandare l’evento.

Sabato 28 settembre alle ore 21, all’Auditorium Santa Chiara, si alzerà il sipario sul concerto che avrebbe dovuto aprire, e invece chiude, l’edizione di quest’anno della rassegna «Contrada larga». In Peppe Vessicchio e I solisti del Sesto armonico il famoso musicista dirige l’ensemble nato da una sua idea e da lui definito «un libero movimento musicale». L’esibizione sarà impreziosita dalla presenza sul palco di Simona Gandola, sand artist che seguirà il racconto musicale, ispirato al libro di Vessicchio «La musica fa crescere i pomodori», rendendolo visibile in tempo reale grazie alla magica scenografia tratteggiata con la sabbia sulla sua tavolozza luminosa.

Il prezzo d’ingresso al concerto è di 5 euro per il biglietto intero e di 3 euro per quello ridotto (per i ragazzi fino a 15 anni). Prevendite dei biglietti alle Casse rurali del Trentino o su www.primiallaprima.it. Chi aveva acquistato il biglietto per il concerto del 2 luglio e non ne ha richiesto il rimborso ha diritto al posto riservato. Vessicchio, compositore napoletano, ha lavorato come arrangiatore e direttore d’orchestra nell’ambito della musica leggera, in particolare in televisione. Nel 2012 ha fondato «Il Sesto Armonico».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy