Salta al contenuto principale

Ai Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano

il World Music Festival con gli Alphaville

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 38 secondi

Ci sono anche i leggendari Alphaville, quelli dei tormentoni anni ’80 «Forever Young» e «Big In Japan», giusto per citare due dei loro hit single, fra i protagonisti dell’edizione 2019 del World Music Festival che si terrà da giugno ad agosto nello spazio verde dei Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano.

Cinque i concerti in cartellone, annunciati dalla Showtime Agency, a partire da quello del 13 giugno con la band blues rock statunitense degli Weishly Arms. Il 25 giugno on stage il cantautore Tom Walker, ascoltato a metà marzo in cima al Plan De Corones,  e che in estate tornerà in Italia con il suo album di debutto «What A Time To Be Alive». Un disco che è chiamato a confermare l’enorme successo del brano «Leave A Light On» con il titolo dell’album che è tratto da una delle più belle canzoni d’amore di Walker, «Blessings», ed è indicativo dell’ottimismo di fondo che permea questa raccolta di 12 tracce scritte da Tom e cantate con il suo inconfondibile timbro vocale.



Diverse le ambientazioni sonore del violinista Ara Malikian, live il 4 luglio: musicista di origini armene, nato a Beirut e residente a Madrid,è  considerato un prodigio del violino con numerosi riconoscimenti alle spalle, tra cui il prestigioso Premio Niccolò Paganini. La sua carriera sembrava relegata al contesto «classico» ma il suo violino ha preso altre strade, incrociando la tradizione armena con influenze mediorientali ed europee. La passione per la classica, affiancata a quella per le musiche popolari, fanno di Ara Malikian un artista unico nel suo genere, oltre che una forza della natura per l’impatto delle sue performance concertistiche.

L’8 agosto con la formazione tedesca degli Alphaville ci si tufferà nelle atmosfere synth pop e new wave di questa formazione che ebbe grande notorietà anche in Italia negli anni ’80. Gli Alphaville debuttarono con un disco esplosivo per il genere, «Forever Young»,  trascinato dal brano omonimo e dai singoli «Sounds Like A Melody» e «Big in Japan». A guidare il gruppo il carismatico vocalist Marian Gold tutt’ora capace di tenere vivo il progetto Alphaville che nel 2017 ha pubblicato il cd «Strange Attractor».



A chiudere il World Music Festival, il 22 agosto, «The Legend of Morricone» il concerto dedicato al grande compositore proposto dall’Ensemble  Symphony Orchestra diretta dal maestro Giacomo Loprieno.
Tutti i concerti avranno inizio alle 21, con ingresso e visita ai Giardini dalle 18, ed i biglietti sono già disponibili in prevendita a Trento da Radio Dolomiti, Bazar, Apt, Promoevent e Centro S.Chiara mentre a Rovereto si possono trovare da Diapason Musicpoint.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy