Salta al contenuto principale

Fresu racconta il mito di Chet Baker

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 44 secondi

Paolo Fresu alla tromba e al flicorno assieme a un gruppo di dieci musicisti e attori sono i protagonisti de concerto-racconto sulla vita del trombettista e cantante jazz statunitense Chet Baker, «Tempo di Chet. La versione di Chet Baker», in scena all’Arena del Sole di Bologna il 12 e 13 febbraio.

Lo spettacolo nasce dalla fusione e dalla sovrapposizione tra la scrittura drammaturgica di Leo Muscato (anche regista) e Laura Perini e la partitura musicale curata da Paolo Fresu, e fa rivivere uno dei miti musicali più controversi e discussi del Novecento in un flusso di parole, immagini e musica che rievocano lo stile lirico e intimista dell’artista dell’Oklahoma.

«Se la sua vita e la sua morte sono ancora oggi avvolte dal mistero - spiega Fresu - la sua musica è straordinariamente limpida, logica e trasparente, forse una delle più razionali e architettonicamente perfette della storia del jazz».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy