Salta al contenuto principale

Il dj set di Giorgio Moroder il 7 aprile a Cima Tognola

Il musicista e compositore altoatesino per la prima volta in Trentino con il suo show fra discomusic e colonne sonore

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 17 secondi

Giorgio Moroder porterà il suo dj set in alta quota il 7 aprile alle 14 a Cima Tognola a San Martino di Castrozza. I rumors sull’evento che avrà come protagonista una della leggende della disco music , anticipati proprio dal nostro giornale la scorsa settimana, hanno trovato conferma dagli organizzatori che proprio ieri hanno sciolto tutte le riserve.

Moroder si esibirà nello scenario naturale di Cima Tognola in un appuntamento ad ingresso libero promosso da Cristian Marin, noto albergatore  oltreché presidente del Rally di San Martino, con la produzione artistica di Pino Putignani nel segno di Piattaforma Eventi.

Moroder a San Martino di Castrozza

Il costo del biglietto è stato fissato a 50 euro che comprendono sia lo show di Moroder sia il costo della seggiovia per raggiungere Cima Tognola. Biglietti disponibili nel circuito PrimiallaPrima.

Le montagne sono un habitat sonoro quasi naturale per Giorgio Moroder nato a Ortisei, in Val Gardena, a pochissimi chilometri, in linea d’aria, dalla cima dove si terrà lo show. Il 2019 sarà particolare per il produttore altoatesino che per la prima volta affronterà, con 78 primavere alle spalle, il suo primo tour in tutta Europa. La sigla è quella “Celebration of the ’80s tour” tra aprile e maggio e in scaletta ci saranno tutte le hit del suo lungo percorso nel mendo della musica da Donna Summer ai Daft Punk passando per Davide Bowie e Freddie Mercury. Lo spettacolo sulle nevi trentine non fa parte del tour ma resta immutata la sostanza musicale fatta dei suoi grandi successi. Moroder, ospite di lusso nell’ultimo album dei transalpini Daft Punk, è passato alla storia come il compositore che ha reinventato gli schemi musicali negli anni '70 e coniato il sound della disco music. Artista celebrato tanto dall'industria discografica (più di 100 tra dischi d'oro e platino e 4 Grammy Award) quanto da quella cinematografica (3 Premi Oscar e 4 Golden Globe), ha collaborato con alcuni dei maggiori artisti internazionali come Barbra Streisand, Cher, Kylie Minogue,Sparks, Eurythmics, Blondie, Japan, Elton John, Roger Daltrey, Janet Jackson, Kelis, Chaka Khan, Cheap Trick.

 

La colonna sonora del film “Fuga di mezzanotte”, era il 1978,  gli è valsa il suo primo Premio Oscar ma lo legano al grande schermo anche le collaborazioni per la colonna sonora di Grazie a Dio è venerdì, che si aggiudicherà l'Oscar per la migliore canzone (Last Dance), scritta da Paul Jabara e cantata nel film da Donna Summer. Negli anni ottanta ha composto le musiche di film blocbuster quali Flashdance, Top Gun (grazie ai quali ottenne due nuovi Premi Oscar), American Gigolò e Scarface senza dimenticare che insieme a Klaus Doldinger ha scritto le musiche di “La storia infinita

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy