Salta al contenuto principale

Fa centro la prima edizione di “The best freestyle beat" a Trento

Sfida a colpi di rime e parole al Centro Musica fra una ventina di rapper arrivati da tutta Italia per l'iniziativa organizzata da Luca Valentini

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 57 secondi

Ha fatto centro la prima edizione del “The best freestyle beat" la battle di freestyle organizzata da Percorsi Musicali del Gruppo Global Label Records Italy che si è svolta venerdì sera al Centro Musica di Trento.

Pubblico entusiasta e location sold out  per questa sfida a colpi di rime che ha coinvolto oltre 20 partecipanti arrivati da tutta Italia con una bella rappresentanza anche di rapper del Trentino Alto Adige.Due telecamere, un ring con cronometro, dove, su base musicale registrata, in soli '60 secondi i partecipanti hanno dovuto sfidarsi, dialogare e "combattere" rappando nel corso del contest.

Vincitore della serata e che si è portato a casa un premio di € 300 il rapper milanese “Snake”, secondo classificato direttamente da Roma “Problem” con € 150 di premio, terzo classificato, il ferrarese “J Bisio” e quarto il rapper trentino Scream. Ospite della serata, curata nel service dal nuovo servizio PM Nolimits Live Audio e Luci, è stato uno degli artisti di punta del rap regionale come Drimer uno tra i migliori Freestyle D’Italia, che ha condotto la Battle.

Il “The best freestyle beat" ha avuto le forme di un vero e proprio "duello", una sorta di lotta fatta di rime e parole, di botta e risposta basati, sull'improvvisazione e sulla prontezza e freschezza creativa: sessanta secondi - - durante i quali i due rappers si "combatteranno" su un vero e proprio ring costruendo frasi e rime legati un tema indicato dalla giuria del contest stesso, argomenti scelti fra temi di carattere sociale ma anche semplicemente storie di vita.

Luca Valentini, art Director, Production & Sound Engineer, si gode intanto il successo di questa prima edizione del contest e nello stesso tempo guarda al futuro: “Siamo soddisfatti della risposta del pubblico e della qualità degli sfidanti arrivati da tutta Italia. Puntiamo ora alle prossime edizioni ancora più ricche e magari con qualche ospite ancora più di prestigio, mi piacerebbe Nitro, senza dimenticare l’idea di un una trasmissione tv per dare spazio ai giovani rapper e non solo”.

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy