Salta al contenuto principale

Jimmy Page in studio a Londra

ed è già febbre Led Zeppelin

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

Ancora un brivido per i fan dei Led Zeppelin, nell’anno in cui si celebra il cinquantenario della nascita della band. Jimmy Page, chitarra e mente creativa del gruppo, è tornato nei celeberrimi studi di registrazione di Abbey Road, a Londra.
A scatenare gli appassionati è stato un post su instagram dalla figlia di Page, Scarlet, fotografa di fama internazionale.

«Uno scatto di giovedì, una giornata molto emozionante negli studi di Abbey Road», scrive Scarlet sotto una foto che ritrae Page in completo nero mentre imbraccia la sua celebre «Black Beauty», la Gibson Les Paul Custom che fu rubata nel 1970 e ritrovata nel 2016. Alle spalle di Page c’è parte dell’attrezzatura che i Led Zeppelin usavano sui palchi degli anni ‘70: si riconoscono chiaramente due amplificatori Marshall, i cosiddetti «plexi», e quattro casse acustiche, tra cui la più famosa di tutte, quella decorata con il simbolo che identificava il chitarrista fin dai tempi di «Led Zeppelin IV» e che spesso viene erroneamente letto come «Zoso».

Alla sinistra del musicista si vede il theremin, lo strumento elettronico inventato nel 1919 dal fisico sovietico Lev Sergeevic Termen, che caratterizza molti brani degli Zeppelin, a cominciare dall’intermezzo di «Whole Lotta Love».

Quello che è effettivamente avvenuto dietro le porte degli studi di Abbey Road non è chiaro: potrebbe trattarsi di un servizio fotografico, cosa non affatto nuova per la figlia di Page, che lo ha già ritratto nel suo libro «Resonators» nel 2015. Gli appassionati, però, sperano che si sia trattato di qualcosa di più.
Ad alimentare le speranze arriva un post su facebook di Perry Margouleff, musicista e produttore, oltre che noto collezionista di chitarre. È stato proprio Margouleff a ritrovare la Les Paul nera di Page e a farla tornare, dopo quasi 50 anni, nelle mani del legittimo proprietario. Anche lui ha postato la stessa foto di Scarlet, commentando con un «Mi sento molto fortunato». «Ho trascorso due giorni a registrare nello Studio 2 di Abbey Road - aggiunge sul social network -, la sala è fantastica e il personale è stato magnifico». Tanto basta per far salire la febbre dei fan, scatenati sul web.

I Led Zeppelin non hanno inciso nessuno dei loro nove album in studio ad Abbey Road. Jimmy Page però non è nuovo alla frequentazione della celebre sala di incisione creata nel 1931 dalla EMI, sia durante la sua carriera da chitarrista turnista, dal 1963 al 1968, che nel 1998, quando, insieme a Robert Plant, ha inciso qui l’album «Walking Into Clarksdale».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?