Salta al contenuto principale

Nomadi in concerto a Lavis

il 1 settembre con il loro tour estivo 

La band emiliana guidata da Beppe Carletti ritorna in Trentino sull'onda del successo del doppio cd

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 27 secondi

I Nomadi tornano nel "loro" Trentino la terra che da sempre li ha nel cuore e in cui puntualmente i loro concerti si trasformano in una grande festa. L'unica tappa estiva in regione sarà quella di sabato 1 settembre, alle 21, al Parco urbano di Lavis, con un live che seguirà la tracklist del doppio cd "Nomadi 55. Per tutta la vita" con il quale la band emiliana ha festeggiato suoi primi 55 anni di canzoni. Un lavoro che è il nuovo tassello di una storia davvero senza fine che fa dei Nomadi il gruppo più longevo di sempre nella storia della musica italiana.

 

Il doppio album propone tutti i classici dei Nomadi reinterpretati da Yuri Cilloni che dal 2017 è diventato la voce del gruppo che fu di Augusto Daolio ed oggi vede nella figura leader di Beppe Carletti la sua anima delle origini. Fra le canzoni che i Nomadi stanno suonando in questo tour estivo anche Un giorno insieme, La mia terra, Abbi Cura Di Te, Aironi Neri, Ho difeso il mio amore, accanto a Io vagabondo, Ti lascio una parola, Un pugno di sabbia e Noi Non Ci Saremo. Proprio Carletti ha pubblicato di recente per Mondadori il libro "Questi sono i Nomadi e io sono Beppe Carletti" che ha come filo immaginario un viaggio notturno in auto di ritorno a casa dall'ennesimo concerto. Un viaggio come molti altri in apparenza, che si trasforma però, grazie a lpotere dell'immaginazione, in un itinerario attraverso la memoria con un compagno speciale: Augusto Daolio, l'amico di sempre, testimone muto ma non per questo meno importante dei ricordi di una vita. Dall'odore agrodolce del dopoguerra al concerto dei centomila in piazza Duomo a Milano, la vita di Beppe Carletti si articola all'interno di questi due estremi, custodita in una narrazione che ripercorre in modo insolito un'avventura musicale lunga cinquantacinque anni.

  

Fondatore e tastierista dei Nomadi, Carletti ha attraversato la storia recente di questo Paese restituendoci in queste pagine un affresco storico ricco di aneddoti, di incontri preziosi, di particolari inediti. Il racconto è quello del concertone per il terremoto in Emilia, della tournée americana, del concerto di Roma condito dalla presenza di Benigni che prende in braccio Berlinguer, degli inevitabili attriti e le immancabili perdite, prima fra tutte quella incolmabile dell'Amato Augusto, per Carletti: "Collega, amico, compagno di viaggio e fratello". Protagonista assoluta di questa narrazione è la musica, vera grande passione di Carletti, coltivata sin da adolescente e condivisa con amici, musicisti e non, che hanno lasciato un segno profondo nelle vicende biografiche dell'autore e nella storia della musica italiana. Quella passione che ha portato i Nomadi fino al terzo millennio sui palchi di tutta Italia per dei live che non sanno mai dei semplici spettacoli ma piuttosto incontri fra amici pronti a ritrovarsi a cantare e a ballare insieme. Ora come 55 anni fa. I biglietti sono disponibiuli in prevedita nel circuito PrimiallaPrima ad un prezzo di euro 25 + 2 per diritto prevendita mentre la sera dell'evento costeranno 30 euro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?