Salta al contenuto principale

Il pianista Alessandro Taverna

domani sera ad Ala

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 55 secondi

Sarà il pianista Alessandro Taverna - indicato dalla critica musicale inglese come «successore naturale del suo grande connazionale Arturo Benedetti Michelangeli» - il protagonista del prossimo concerto di «Ala Città di Musica». Domani, nella cornice di Palazzo Pizzini alle ore 21, si esibirà per la prima volta insieme ai Virtuosi Italiani in un programma accattivante dal titolo «Il sacro fuoco».

Taverna si è esibito in tutto il mondo nelle più importanti sale e stagioni musicali e ha suonato come solista con prestigiose orchestre quali Filarmonica della Scala, Münchner Philharmoniker, Royal Philharmonic Orchestra, Minnesota Orchestra, Royal Liverpool Philharmonic, Bucarest Philharmonic, Scottish Chamber. Il complesso «I Virtuosi Italiani», nato del 1989, è una delle formazioni più attive e qualificate nel panorama musicale italiano ed internazionale.
In programma, di F. Chopin il «Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in Mi minore» e di L. Boccherini «La Musica Notturna delle Strade di Madrid» Op. 30 N. 6 (1780) G. 324.

Fryderyk Chopin scrisse i suoi due Concerti per pianoforte e orchestra tra i 19 e i 20 anni d’età, quando ancora si trovava a Varsavia; furono pubblicati durante il periodo parigino, il Concerto in mi minore nel 1833 come op. 11 mentre il Concerto in fa minore, composto precedentemente, fu stampato nel 1836 come op. 21. Resta singolare che nella seconda metà della sua esistenza, dopo aver abbandonato la Polonia, Chopin non abbia più scritto alcun lavoro per pianoforte con accompagnamento d’orchestra.

Luigi Boccherini, tra i più importanti compositori di musica da camera, è ricordato come l’ideatore del quintetto per archi. La musica notturna delle strade di Madrid, composizione del 1780 a carattere descrittivo, si caratterizza per l’uso di procedimenti e ritmi tipicamente spagnoli applicati agli strumenti ad arco, come la tecnica del rasgueado e il «Cante Jondo», stile vocale del flamenco. Il concerto è in collaborazione con l’Associazione culturale «Alapiano» e con l’Associazione Euposia Billy Wine Club che offrirà una degustazione di prodotti delle cantine del territorio.  

Seguirà sabato 13 luglio nel cortile di Palazzo Taddei, «La sacralità del genio fuoco» con Fabrizio Meloni, uno dei migliori musicisti italiani sulla scena internazionale, Primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro e della Filarmonica della Scala dal 1984, vincitore di concorsi nazionali e internazionali. Insieme ai Virtuosi Italiani presenteranno un programma tutto mozartiano tra cui il famosissimo Quintetto per clarinetto e archi. Biglietto intero 10 euro, ridotto 5. Per informazioni, 347 3818293, www.alacittadimusica.it.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?