Salta al contenuto principale

Caterina Cropelli racconta «Non ti ho detto mai»

il suo primo singolo con video post X Factor

In attesa del nuovo album la cantautrice trentina lancia un brano dai contorni pop con la produzione di Maurizio Filardo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 24 secondi

Esce venerdì 22 “Non ti ho detto mai” il primo singolo post X Factor della cantautrice trentina Caterina Cropelli. Dopo la partecipazione al talent di Sky nel 2016 Caterina Cropelli, classe 1996, si è dedicata alla scrittura di nuovi pezzi, seguita dal produttore Piero Fiabane, intervellata dalla partecipazione ad alcuni live come quello del settembre scorso al Teatro Sociale per la serata “Notte d'autore: canzoni per te" in omaggio a Sergio Bardotti. Di questo pezzo dai toni pop, che va ad anticipare il suo primo album, abbiamo parlato con la cantautrice qui nelle foto di Raffaella Vismara.

Caterina, che brano è "Non ti ho detto mai"?
“Penso che tutti noi abbiamo bisogno di essere scossi, di essere smossi, come la terra, per lasciare spazio alla vita, al cambiamento, e alla crescita di qualcosa di nuovo. “Non ti ho detto mai” è la presa di coscienza di quante cose possono cambiare in un anno, di quanto si possa crescere ed imparare, prendendo il coraggio di smuovere se stessi. É un invito a me stessa e a chi lo ascolta, di lasciar andare le amarezze e tutti quei sentimenti che inutilmente ci tengono legati al porto. È un augurio affinché tutti possano salpare”.

Questa canzone farà parte della tracklist del tuo album: cosa ci puoi anticipare di questo lavoro?
“Nell’ultimo anno ho scritto molto, cercando di dare un senso ed uno stile alla mia scrittura e alla sua musica. Ogni canzone che compongo è una nuova scoperta di me stessa. Solitamente finisco di scrivere un brano e penso: “ Bene Cate e adesso? Ne devi scrivere uno ancora più bello!”. Funziona così nella mia testa. Il mio lavoro per il disco è continuo e penso non si fermerà mai, nemmeno quando il disco sarà uscito”

Cosa ti resta dell'esperienza di X Factor?
“Mi è servita per capire moltissime cose. Nel programma ho conosciuto persone che senza rendersene conto mi hanno insegnato tanto, mi hanno aperto gli orizzonti. Musicalmente ho appreso come una spugna. Ho scoperto quanto sia bello cantare in italiano, perché prima di allora non lo avevo mai fatto. Ho capito che quello che voglio fare è scrivere la mia musica e condividerla con gli altri. So che questa esperienza mi ha cresciuta per un po’ ma non mi ha cambiata, sono sempre io solo un po’ più grande.

La rifaresti?
"La rifarei magari aspettando qualche anno in più, magari portando i miei pezzi. Ma rimango dell’idea che le cose debbano succedere per un motivo, se sono stata scelta in mezzo al mare di gente che si è presentata è perché in quel momento era giusto così.
Sono stata fortunata una volta, ma ora ho bisogno di prendere la mia strada insieme alla mia musica”.

C’è anche un video ad accompagnare il lancio di “Non ti ho detto mai”
“Sì ed uscirà domani con il brano. Sono una ragazza con i piedi per terra ma la mia testa è sempre sulle nuvole, diciamo che l’idea del video diretto da Matteo Scotton riprende molto ciò che sono io. Ci sono delle scene veramente divertenti, la location è forte, non pensavo potesse esistere una cosa del genere. Non vorrei dire troppo ma posso dire che il video è talmente bello che un po’ ti scombussola ed è come se ti mettesse sottosopra”.

 



Come sarà la tua estate?
"Per quest’estate ci sono in programma un po’ di aperture di concerti nel nord Italia, dove potrò cantare i miei pezzi. Per il resto mi dedicherò al nuovo disco".

Con chi stai lavorando dal punto di vista della produzione?
"Un annetto fa iniziavo a lavorare con Piero Fiabane a questo progetto. Nonostante io avessi appena iniziato a scrivere i miei primi pezzi, e la mia scrittura fosse ancora “acerba”, Piero ha creduto in me e nella mia vena cantautorale lasciandomi scrivere senza chiedere aiuto a nessuno e nel corso di quest’anno credo di essere cresciuta molto, con i brani in cantiere numericamente potremmo fare due album". Questo brano è stato prodotto artisticamente da Maurizio Filardo (storico musicista e arrangiatore di Daniele Silvestri e molti altri) con il quale collaboreremo sicuramente per l’album. Stiamo comunque cercando di coinvolgere altri amici musicisti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?