Salta al contenuto principale

UploadSounds 2017: vincono i tirolesi Jimmy &the Goofballs

con i trentini Yellow Atmospheres al terzo posto

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 33 secondi

Se lo scorso anno con la sottile elettronica di Noirêve, sigla dietro la quale si cela Janet Dappiano, producer e musicista trentina, la nostra provincia aveva conquistato il primo posto sul palco di UploadSounds, in questa edizione del contest la brigata sonora trentina, anche se forte di sei fra gruppi e musicisti solisti sui dodici finalisti, si è dovuta «accontentare» del terzo posto.

A conquistare la giuria della finalissima che si è svolta sabato al Centro Giovanile di Via Vintola è stata infatti la band tirolese dei Jimmy &the Goofballs. Secondi gli altoatesini Ferbegy, mentre al terzo posto si sono posizionati gli Yellow Atmospheres.

Dodici le band protagoniste dell’atto finale di UploadSounds per dodici stili agli antipodi con generi che hanno spaziato dal rock al pop, all’electro, all’acid jazz solo per citarne alcuni. Artisti provenienti da ogni angolo delle tre province di Trento, Bolzano e Tirolo con background musicali diversissimi tra loro, ma accomunati dalla passione per la musica e dal desiderio di entrare in contatto con il pubblico, narrando, urlando, sussurrando attraverso suoni, testi, accordi in grado di raccontare molto di più delle singole parole.

Sul palco si sono alternate sei band trentine, tre altoatesine e tre tirolesi approdate in finale tra oltre cento candidatesi nel corso dell’anno: Hello Sally (A), Mondo Frowno (TN), Electric Circus (TN), London Elephants (BZ), Light Whales (TN), Die Wohngemeinschaft (A), Ferbegy? (BZ), Gimmy and the Goofballs (A), Candirù (TN), AKKU (BZ), Yellow Atmospheres (TN) e Gio.Venale (TN).

A giudicarli la commissione presieduta da Claudio Astronio (musicista e direttore d’orchestra) e composta da Emma Milzani (promoter musicale per l’agenzia inglese Academy Events), David Hebenstreit (musicista e compositore), Christoph Storbeck (artist manager), Carlotta Zuccaro (management e comunicazione per Metatron) e Bernadette Karner (manager musicale per Rhythm & Clues 77). Ad affiancarli nella scelta erano presenti anche i vincitori della precedente edizione di UploadSounds Noirêve e la band austriaca dei Molly.

Ai vincitori sono stati assegnati dei premi in denaro da investire nella formazione e produzione artistica, una costante di UploadSounds che mira a promuovere la crescita dei giovani talenti musicali. Ma l’avventura continua per i vincitori che avranno solo pochi giorni per prepararsi al primo appuntamento live con l’export musicale di UploadSounds. Le tre band si esibiranno infatti in occasione delle Feste Vigiliane a Trento sabato 24 giugno alle 21.30 in Piazza Fiera. Ad attenderli invece a settembre ci sarà la Cult.Night un nuovo capitolo del tradizionale appuntamento bolzanino della Cult.urnacht.

Ed è proprio questa la mission di UploadSounds: offrire opportunità concrete ai giovani talenti per «esportare» il proprio sound su palcoscenici nuovi e prestigiosi permettendo loro di crescere musicalmente e arricchirsi grazie alle esperienze e all’incontro con altre realtà culturali. Non solo i vincitori, tutte le migliori band saranno prese in considerazione per le date dell’export musicale previste per l’estate e per il prossimo autunno. Appuntamenti che riflettono il carattere internazionale di UploadSound, che grazie ad una rete di collaborazioni e partner internazionali, rappresenta da anni un trampolino di lancio per avventurarsi nel mondo della musica professionale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?