Salta al contenuto principale

Miorandi a Rovereto sulle orme di Walser

Diario di viaggio nei luoghi dello scrittore svizzero

Chiudi

Miorandi, "Verso il bianco"

Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

Paolo Miorandi, autore di Verso il bianco. Diario di viaggio sulle orme di Robert Walser sarà ospite martedì 12 febbraio, alle ore 19, della Libreria Arcadia di Rovereto.
Robert Walser, scrittore svizzero, nato a Bienne nel 1878, amato e studiato da Kafka e Benjamin e Musil, indagato da Sebald e Canetti, viene considerato fra i massimi autori di lingua tedesca del secolo scorso, pur restando fra i più «invisibili» e misconosciuti.

Nel giorno di Natale del 1956, il corpo senza vita di Walser fu trovato lungo un sentiero di montagna. Aveva vissuto, per ventitré anni, la parte finale della sua vita nel manicomio di Herisau, in Svizzera: sua madre era morta dopo esser stata per lunghi anni sottoposta a cure psichiatriche, un fratello era stato internato in un manicomio, un altro era morto suicida.Oggetto di culto in tutto il mondo, Walser è un autore enigmatico: le trame dei suoi libri sembrano «scritte nell’acqua», tanto finiscono per non esser ricordate. Paolo Miorandi, psicoterapeuta e scrittore di Rovereto, ha compiuto un pellegrinaggio sui luoghi walseriani, realizzando un resoconto autobiografico di un passaggio esistenziale. Lo ha fatto partendo dalle orme lasciate sulla neve da Walser: fra il suo corpo e le impronte c’è uno spazio bianco, irreale, come fossero state ricoperte o se il corpo, prima di cadere a terra, avesse volato. «Verso il bianco» sarà libro del giorno a Fahrenheit Rai Radio3, la prossima settimana.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy