Salta al contenuto principale

Un quadro di Hockney venduto

per 90 milioni di dollari

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 47 secondi

David Hockney batte Jeff Koons e diventa l’artista vivente più costoso della storia. In un duello di dieci minuti di puntate al telefono, un’iconica tela dipinta nel 1972 dal pittore dello Yorkshire è stata battuta da Christiès per 90,3 milioni di dollari: un record.
Combinando i due temi su cui Hockney stava lavorando in quegli anni, le «piscine» e i «doppi ritratti», «Portrait of an Artist (Pool with Two Figures)» è, con buone ragioni, uno dei quadri più famosi dell’artista, riprodotto sulla copertina di molte monografie ed esposto nella retrospettiva internazionale organizzata per celebrare i suoi 80 anni.

Il quadro rappresenta un uomo vestito da capo a piedi sull’orlo di una piscina che guarda pensosamente un altro uomo che nuota verso di lui. Il primo uomo è Peter Schlesinger, l’ex compagno dell’artista e un suo ex studente alla University of California a Los Angeles. La tela data all’epoca in cui la grande love story tra maestro e allievo era finita: l’uomo che nuota potrebbe essere il nuovo amante di Schlesinger.

Posti in piedi nel salone di Christie’s a Rockefeller Center e un lungo applauso hanno accolto il momento in cui sul quadro dell’81enne artista di Bradford il martello del battitore ha certificato il «venduto» da record. Alla vigilia, la casa d’aste aveva stimato «Portrait of An Artist» 80 milioni di dollari, definendolo «uno dei grandi capolavori dell’era moderna».

Tra i proprietari recenti del quadro, realizzato per una mostra del 1972 alla Andrè Emmerich Gallery di New York, c’è stato anche il mogul del disco David Geffen che nel 1995 lo passò di mano per una cifra non rivelata all’attuale venditore, il miliardario britannico Joe Lewis, proprietario del Tavistock Group e della squadra di calcio dei Tottenham Hotspur. Nel lontano 1972 Emmerich aveva venduto la tela per 18 mila dollari rendendosi ben presto di averlo sottoprezzato: di lì a poco l’acquirente lo rivendette per quasi tre volte tanto.

Il record precedente di Hockney, stabilito quest’anno, era di 28,5 milioni di dollari. Il primato per un’opera di un’artista vivente venduta all’asta apparteneva a «Balloon Dog (Orange)» di Koons, battuto nel 2013 per 58 milioni di dollari.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?