Salta al contenuto principale

«Ramiro», un gioiello di humour raffinato

A Rovereto il film surreale ambientato nei vicoli di Lisbona

Chiudi

Una scena del film "Ramiro"

Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

Per il quarto appuntamento di «Cinemart», il ciclo curato dal Nuovo Cineforum Rovereto in collaborazione con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara, viene proiettato il film «Ramiro», un gioiello di humor raffinato e surreale ambientato nei vicoli di Lisbona. L’appuntamento è martedì 20 novembre, alle ore 21, all’Auditorium Melotti di Rovereto.

Ramiro è un libraio di Lisbona in perpetuo blocco creativo. Vive, un po’ frustrato e un po’ rassegnato, tra il suo negozio e la bettola, sempre accompagnato dal suo cane, dai fedeli compagni di bevuta e dalle vicine: un’adolescente incinta e la nonna convalescente dopo un ictus. Lui continuerebbe di buon grado questa vita pacata e anacronistica, ma eventi degni di una telenovela irrompono nella sua monotona quotidianità. Ramiro assomiglia a una versione portoghese di Paterson di Jim Jarmush, condita da una generosa dose beffarda di ironia e fatalismo.

Il film è stato selezionato all’interno di «Luso», prima mostra itinerante del Nuovo Cinema Portoghese.«Ramiro» è un film del 2017, diretto da Manuel Mozos ed interpretato da António Mortágua, Madalena Almeida, Vítor Correia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?