Salta al contenuto principale

Il ritorno di Ötzi è diventato un film

Girato in Alto Adige, oggi nelle sale

Chiudi

«Ötzi e il mistero del tempo»

Apri

copyright Ansa

Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

Ötzi, la famosa mummia del Similaun, torna in vita e fa fa amicizia con tre ragazzi. È la trama del film «Ötzi e il mistero del tempo», presentato in prima assoluta a Bolzano e in proiezione oggi a Trento al Multisala Modena. Il film, diretto da Gabriele Pignotta, è stato interamente girato in Alto Adige, con il sostegno della Idm Film commission Alto Adige.

È stato prodotto da One More Pictures con Rai Cinema in collaborazione con Beta Film ed è stato premiato al Giffoni Film Festival.

L’undicenne Kip è un ragazzo come tanti. Negli ultimi giorni prima di lasciare per sempre Bolzano e gli amici del cuore, Kip vive con loro un’esperienza straordinaria.

Quando si reca al museo a salutare Ötzi per l’ultima volta, la mummia più tatuata del mondo si risveglia, cominciando a rigenerarsi. Mentre Ötzi, in incognito, incontrerà il ventunesimo secolo, Kip apprenderà da lui i segreti dell’età del rame: scoprirà così che il tempo che credeva tiranno può essere un magico e sconvolgente alleato.

Ötzi e gli amici vivranno un’avventura giocosa e spericolata.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy