Salta al contenuto principale

Stasera a Sanbàpolis la prima del concorso

Suoni Universitari

Cinque i protagonisti del primo appuntamento con il contest organizzato dall'Opera Universitaria. On stage come ospite Johnny Mox

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 27 secondi

Primo concerto, stasera, mercoledì 14 novembre dalle 20, al teatro di Sanbàpolis, per le selezioni live della quattordicesima edizione del concorso Suoni Universitari organizzato dall' Opera Universitaria. On stage i "Blend" formazione di Reggio Emilia che suona indie rock ed ha registrato ad oggi l'Ep "Nativity" un lavoro dalla copertina psichedelica. Dietro il nome d'arte di Joan Quille c'è la cantautrice Annalisa Mazzolari diplomata all'ottavo anno di pianoforte presso il Conservatorio di Brescia. Ha inciso il suo primo album da cantautrice "Uomini Eroi" nel 2016 agli Art Music Studio Recording e sta lavorando al secondo cd.

Il progetto Mezzo Tono nasce da un'idea del polistrumentista Sebastiano Beozzo con brani racconta il musicista: "Che vogliono raccontare di quei momenti, di quelle emozioni provate da una persona nel corso della propria vita che possono venir nascoste o difficilmente raccontate, essendo spesso negative e impegnative da affrontare". Con i The Killbilly's ci si tufferà in un sound in grado di fondere le melodie rockabilly con l'energia del rock'n'roll ed calore del Blues in un calderone imprevedibile di stili e suoni, che rende omaggio agli interpreti più rappresentativi di questo universo musicale. Il sound della band trae infatti ispirazione dai grandi classici degli anni '50-'60, dalla surf music di Dick Dale e allo spaghetti western, per trovare il proprio riferimento principale nel neo-rockabilly degli Stray Cats senza dimenticare però anche il rock dei Led Zeppelin. Arrivano da Verona i The Semifreddi rock band che ama giocare con le parole nei testi dei suoi brani. A Chiudere la serata Johnny Mox che presenterà il suo terzo album "Future is not coming - But you will" uscito alla fine di ottobre. Johnny Mox & the Moxters of the Universe porteranno per la prima volta a Trento i brani del cd appena uscito, dieci canzoni notturne con le quali Gianluca Taraborelli si sposta su territori più melodici e riverberati con atmosfere da vero crooner. Sul palco con il "Reverendo Mox" una band tutta trentina con Michael Pancher alla batteria Simone Gottardi alla chitarra e al basso Stefano Negri

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?