Salta al contenuto principale

Ruggero de I Timidi stasera
all'Oktoberfest di Trento

Concerto all'insegna del cantautorato italiano in salsa licenziosa del cantautore friulano accompagnato dalla sua orchestra

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 9 secondi

E' l'Oktoberfest di Trento a battezzare il tour del nuovo album di Ruggero de I Timidi "Giovani Emozioni" fresco d'uscita.

Il concerto di stasera, alle 21, nel teatro tenda di via del Suffragio, sarà l'occasione per ascoltare uno dei più ispirati esponenti del cantautorato italiano demenzial-cabartesstico. Il tour è dedicato alla scoperta dei brani di «Giovani Emozioni» un lavoro che segna la svolta cantautorale dell'artista, che dopo aver toccato i generi musicali più disparati, ha deciso di lavorare a un omaggio al meglio della musica italiana, realizzando un gioco di rimandi e citazioni che spaziano, fra gli altri, da Battisti a Concato e Franco Battiato, da De Gregori a Rino Gaetano.

Sul palco per l'occasione ad accompagnare Ruggero, al secolo Andrea Sambucco , tutta la sua orchestra, tra cui spicca il Maestro Ivo, tenore lirico genovese, protagonista di alcuni featuring dell'album, e la moglie-soubrette Fabiana Incoronata Bisceglia. "Dopo anni passati a far uscire la canzone d'amore italiana dai soliti cliché - ha raccontato il musicista friulano - mi sono reso conto che rischiavo di diventare io stesso un cliché, obbligato a parlare solo di certi argomenti, perché è quello che si aspettano i fans da me. Ma dopo un po' le parti anatomiche finiscono e scrivere titoli di canzoni basandomi esclusivamente sulle categorie dei siti porno diventa meccanico e senza poesia".

Così Ruggero ha condensato questo pensiero in una canzone intitolata Rimming, contraddicendo subitose stesso: "L'ovvia ispirazione a Rimmel di De Gregori mi ha dato lo spunto per un concept album ispirato ai più grandi cantautori italiani, molti dei quali tra l'altro non ci sono più per cui non possono denunciarmi". Ruggero de I Timidi è un mix surreale tra nomi improbabili della musica italiana e tormentoni della scena internazionale. Crooner impacciato, ma sempre meno timido, porta sul palco la caricatura del cantante alla ricerca del successo, viaggiando in lungo e in largo per l'Italia con la sua orchestra fra rime licenziose e storie di vita vissuta. F.D.S.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?