Salta al contenuto principale

Oggi a Villamontagna concerto
nel segno dei Pink Floyd

Debutta lo spettacolo Pink Floyd Project Ensemble Performance con il Coro Emerald, l'Orchestra Fuori Tempo e la Out of Memory Rock Band.

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 51 secondi

Un intreccio fra rock, musica orchestrale e dimensione corale nel segno di una band leggendaria come i Pink Floyd. E' quello che segnerà l'evento "Pink Floyd Project Ensemble Performance" che si terrà stasera, domenica 9 settembre alle 20.30,  in loc. cave di Pila a Villamontagna con ingresso libero.

Sul palco, nell'appuntamento organizzato dal Gruppo Giovani e Comitato Carnevale Villamontagna, i musicisti e le voci di differenti realtà trentine come il Coro Emerald, l'Orchestra Fuori Tempo e la Out of Memory Rock Band. Quello che si concretizzerà stasera è un progetto nato circa un anno fa dalla passione per il mitico gruppo inglese di Mauro Arnoldi, chitarrista e Fausto Dauriz presidente dell'Apos Orchestra Fuoritempo. "Ci siamo chiesti - raccontano i due musicisti - come sarebbe stato fondere le capacità e l'Apos; impatto corale di un orchestra con le sonorità di un gruppo rock. E così è nato questo progetto. "Ho contattato vari musicisti locali interessati alla cosa - sottolinea Mauro Arnoldi - e ci siamo dati da fare". La parte rock si ora è formata da ben nove componenti Enrico De Bertolini alla voce, Mauro Mariz tastiere, Mauro Arnoldi chitarra, Andrea Rudari chitarra, Manuel Loss basso, Davide Pontalti batteria, accanto alle due coriste Odille Berloffa e Adriana Decarli e al sax di Andrea Vezzoli. L'Apos orchestra Fuoritempo diretta dal maestro Sebastiano De Salvo ha cominciato a provare le parti orchestrali e successivamente si è aggiunto al progetto il Coro Polifonico Emerald diretto dal maestro Michele Weiss.

Anche per l'Emerald, nato nel 2016, si tratta di un'apertura verso nuovi confini musicali considerando che nell'abituale repertorio della corale trentina troviamo infatti composizioni di musica sacra e profana multilingue dal latino all'inglese fino al francese e allo spagnolo. Tra i brani che verranno proposti in questo concerto dedicato ai Pink Floyd spicca quella che si annuncia come una suggestiva suite di una delle vette della formazione inglese, ovvero "Atom heart mother", in una versione per orchestra e coro. Gli altri brani proposti spaziano dal periodo di "The dark side of the moon" fino alle ultime produzioni e saranno eseguiti in parte dal solo gruppo rock e in parte da orchestra e corale. Dopo la prima a Villamontagna il concerto dedicato ai Pink Floyd approderà anche a Trento il 13 settembre in Piazza Dante.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?