Salta al contenuto principale

Resistere al caldo: muoviamoci in maniera diversa

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 14 secondi

Il tema ricorrente in questo periodo è il caldo. Tutti gli atleti che si allenano in questo periodo devono affrontare questo grande ostacolo. La domanda quindi è: “Com’è possibile continuare ad allenarsi e rimanere motivati durante questo periodo? Continuo ad allenarmi nonostante il caldo, o aspetto temperature più fresche?”

La risposta è semplice: facciamo un po’ di chiarezza mentale. Impostiamo bene i nostri obiettivi e cerchiamo di assecondare le richieste del nostro corpo. Ecco qualche consiglio “mentale” se vogliamo continuare a correre anche in questo periodo estivo.

PRIMO. Per prima cosa, nei limiti del possibile, possiamo modificare leggermente le nostre abitudini di allenamento per poter continuare ad allenarci nonostante il caldo e conservare routine e benefici dell’allenamento. Credici, è possibile!

Se spostiamo l’allenamento alla mattina all’alba o alla sera dopo le 20 la temperatura sarà sicuramente più clemente e ci permetterà di allenarci meglio. Se ci alziamo la mattina presto, ci farà sentire più attivi durante il giorno anche grazie alla fresca brezza mattutina, la sera invece ci aiuterà a scaricare lo stress della giornata.

ATTENZIONE. Se andiamo a correre la mattina dobbiamo però riuscire ad andare a letto presto la sera, altrimenti il giorno dopo il lavoro o lo studio sarà più duro. Se andiamo a correre la sera, dobbiamo fare attenzione a non esagerare, altrimenti il sonno ne risentirà.

SECONDO. Correre freschi. Favoriamo le capacità di termoregolazione del nostro corpo. È meglio correre leggeri, lontano dai pasti in modo che le energie possano essere dirottate ai processi di termoregolazione e ai muscoli. Utilizziamo vestiario adeguato in modo da eliminare il più possibile il calore in eccesso. Rinfreschiamo polsi, gambe e testa appena possibile prima, durante e dopo l’allenamento. Questo evita uno stress eccessivo al nostro sistema nervoso e ci farà correre con sensazioni positive e soprattutto concludere l’allenamento con la voglia di continuare ad allenarsi!

TERZO. Seguiamo la metodologia consigliata dai personal trainer: iniziamo con il riscaldamento, poi con l’allenamento e infine con il defaticamento. Questa metodologia oltre ad aiutarci fisicamente, permette anche di riscaldarci mentalmente prima e di finire l’allenamento con sensazioni positive. Aiuta inoltre il nostro sistema nervoso a adattarsi a diversi ritmi e alla conclusione dell’allenamento a tornare ad un funzionamento “normale” entrando nella fase di recupero delle energie.

E non dimenticare, ascolta sempre il tuo corpo e la tua testa, non esagerare!

Lo sport e l’attività fisica aiutano a crescere e a capire meglio chi siamo e come funzioniamo. In particolare quando iniziamo diamoci il tempo di capirci (cosa vogliamo, perché lo facciamo, come fare ad allenarci al meglio) e di divertirci prima di tutto. Questo è il segreto di una sana motivazione che ci porterà a raggiungere i nostri obiettivi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?