Salta al contenuto principale

Prevenzione

una lotta contro otto malattie

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 17 secondi

Le vaccinazioni dell’infanzia sono molto importanti, perché proteggono il bambino dal rischio di gravi malattie e dalle loro complicanze. Nel primo anno di vita tutti i bambini dovrebbero essere vaccinati contro otto malattie importanti: poliomelite, difterite, tetano, pertosse, epatite B, meningiti e altre infezioni da emofilo, pneumococco e meningococco B. Per proteggere da queste malattie sono solitamente impiegati i seguenti vaccini. Esavalente: è un vaccino combinato che consente con una sola iniezione di proteggere il bambino da 6 malattie: poliomelite, tetano, difterite, pertosse, epatite B, emofilo. Pneumococco: protegge dalla meningite e da altre infezioni gravi determinate dal germe pneumococco. La vaccinazione ha un’ottima efficacia nei confronti del 70/80 per cento degli pneumococchi che causano una malattia invasiva. Viene eseguita nella stessa seduta vaccinale dell’esavalente. Meningococco B: protegge dalla meningite e da altre infezioni gravi determinate dal germe meningococco B. Viene somministrato in sedute diverse, a breve distanza dagli altri vaccini. É importante vaccinare il bambino all’età prevista dal calendario vaccinale senza ritardare o rinviare le vaccinazioni; alcune di queste malattie infatti sono più frequenti e più terribili proprio nei nei primi mesi di vita del bambino. Invito alle famiglie L’invito per le prime dosi prevede due appuntamenti in date diverse distanziate l’una dall’altra di circa 15 giorni. Il primo appuntamento è per questi due vaccini, due iniezioni: esavalente prima dose, pneumococco prima dose. Il secondo appuntamento è per il vaccino meningococco B prima dose.

Scadenze

I bambini che hanno effettuato le prime dosi di tutti e tre i vaccini previsti ricevono dopo 30 giorni circa l’invito per le secondi dosi delle vaccinazioni. Anche qui sono previsti due appuntamenti in date diverse distanziate l’una dall’altra di 15 giorni circa. Il primo appuntamento è per la somministrazione dei due vaccini: equivalente seconda dose, pneumococco seconda dose. Alle scadenze previste dal calendario vaccinale, a 7/8 mesi di vita per meningococco B e a 11/12 mesi per esavalente e pneumococco, i genitori ricevono due inviti separati per la terza dose.

La Meningite

Il meningococco è un batterio che si trova piuttosto frequentemente nella gola e nel naso di molte persone, dove di solito non provoca nessun problema. l’interesse per questo microbo sta nel fatto che esso è in grado di provocare gravi infezioni; esistono tipi diversi di questo germe, chiamati sierotipi, contraddistinti con le lettere dell’alfabeto, ma solo 5 di essi A, B, C, W e Y causano la meningite. La trasmissione dei germi avviene da persona a persona per via respiratoria attraverso le goccioline di saliva dei malati e dei portatori sani. Il nuovo vaccino contro il meningococco di tipo B, risultato di 20 anni di ricerca, è offerto gratuitamente a tutti i bambini a partire da quelli nati dal 1 luglio 2016 così come il vaccino contro il meningococco C per i bambini al quindicesimo mese di vita.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?