Salta al contenuto principale

Il pop frizzante di “Sunday Forever” colora l’estate dei Poor Works

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 56 secondi

L’estate dei Poor Works è colorata dai ritmi pop e sbarazzini di “Sunday Forever”. Si tratta del secondo singolo estratto dall’album “All In” che ha segnato in questo 2019 il ritorno della band di Mezzocorona. I Poor Works, leggasi, Daniel Nardon, Christina Nicolini, Nicola Toniolli, Daniel Calovi, Patrick Calovi e Mauro Tomedi. Puntano su uno dei pezzi forti per quella che considerano come la canzone di chi non molla mai, dedicata a tutte quelle persone che hanno deciso di non invecchiare.

 

“Il brano Sunday Forever – spiegano i ragazzi rotaliani – è dedicato a tutti coloro che non sono ancora pronti a fare promesse e giuramenti a nessuno se non alla vita stessa. Quando le persone intorno a te fanno tutte le stesse cose, ma tu vai ancora controcorrente e vuoi ancora vivere cantando il mondo, ancora per un po’”.

Ad accompagnare la canzone anche un video dai toni allegri e scanzonati girato da Stefano Bellumat in arte Joe Barba e accompagnato anche dall’esibizione del team dance dell’Aquila Basket. “Il ballo è spensieratezza – spiegano i Poor Works - allegria condivisione. Un video che vuole essere un inno per tutte le persone che nella musica hanno (ri)trovato l’armonia, la felicità e la gioia di vivere. E’ sempre domenica quando parte la musica, che siano gli anni ’60, qui rappresentati dal gruppo Swing dance Trento, o gli anni '80, perfettamente impersonificati da Luke, Anto, Jimbo e Mollow”.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy