Salta al contenuto principale

Litfiba in Trentino

Arriva Eutòpia rock

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

Finalmente Litfiba! La band principe del rock italiano torna a suonare in Trentino nel concerto in programma il 2 agosto a Castellano di Villa Lagarina . I Litfiba saranno le stelle di Castelfolk , la kermesse che dal 2001 unisce musica, sapori e divertimento. La data trentina sarà una di quelle del tour estivo della band fiorentina legato al nuovo album Eutòpia uscito lo scorso 11 novembre.

Un lavoro con una tracklist di dieci tracce che segnano il ritorno in grande stile di Piero Pelù e Ghigo Renzulli , a 4 anni di distanza dall'ultimo album d'inediti «Grande Nazione». Elementari e raffinati, ultrapotenti e sentimentali, esplosivi e romantici, elettrici e poetici, i Litfiba hanno attraversato la storia della musica italiana, dal 1980 ad oggi, segnandola in maniera indelebile, cambiando il corso delle cose, resistendo a traversie e imprevisti, morendo e rinascendo.

E lo hanno fatto alla grande, dagli esordi a via de' Bardi 32, a Firenze, fino ad oggi. Per molti i Litfiba sono fra le eccellenza del rock tricolore, sono tempesta e assalto, ma sono anche cuore e lacrime, perché vivono la musica come una forza della natura, attraverso la quale cambiare la vita, scrivono canzoni sostenute dai riff di Ghigo e dalla voce di Piero.

Sul titolo di questo ultimo tassello discografico Piero Pelù ha raccontato: «L'Eutòpia è il "buon luogo", o anche la possibilità di essere al posto giusto, realmente. Se nel suo significato originario Utopia è il luogo immaginato, che non esiste e non è raggiungibile, Eutòpia è lì dove si materializza il benessere e la felicità. Ed è questo il punto centrale dell'album, che sembra dire in ogni brano che nell'universo delle possibilità l'impossibile non esiste, "nihil difficile volenti" come dicevano i latini, volendo tutto è possibile».

Ghigo e Piero ricordano che nell'Eutòpia dei Litfiba tutto è possibile e l'impossibile non esiste, dichiarano ancora una volta, come hanno sempre fatto in passato, che l'unica regola è quella di avere il coraggio di portare avanti le proprie idee. Nel nuovo album c'è la rabbia, c'è l'amore, ci sono fantasie e meraviglie, urla e sussurri, con scariche d'elettricità. Ma bisogna avere il cuore aperto e il cervello attivo per capire, per intendere fino in fondo quello che i Litfiba vogliono. Non basta ascoltare, bisogna capire, bisogna desiderare, bisogna immaginare, perché, come canta Pelù: «L'impossibile?è solo l'inizio per noi, benzina della mente...l'impossibile non c'è». I biglietti sono disponibili da oggi nel circuito Ticketone e da giovedì prossimo 27 aprile in quello di Primiallaprima.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?