Salta al contenuto principale

Stivo Records: una nuova label trentina sotto il monte lagarino

Tempo di lettura: 
1 minuto 42 secondi

Dopo un periodo di pausa legato al lancio del nostro nuovo sito web, sempre più ricco di notizie e contenuti, torno in azione con Blog’n’Roll per raccontarvi un 2015 che si annuncia quanto mai ricco di novità e produzioni sul fronte della scena musicale made in Trentino. Le premesse ci sono tutte anche perché il nuovo anno si apre con i primi vagiti sonori di una nuova label trentina: la Stivo Records (anche su Fb). La creatura musicale è quella di Ivan Benvenuti, che accanto alla sua attività negli studi Niva Your Sound di Pomarolo, ha deciso di lanciare la Stivo Records con una sigla che rimanda ad una delle più suggestive montagne lagarine.

«Il principale obiettivo della Stivo - ci ha raccontato Ivan Benvenuti-  è quello di mettermi in gioco totalmente con gli artisti, voglio capire se questo mio sogno mi appartiene veramente, capire se ho le reali capacità di creare musica in questo splendido modo». La Stivo vuole anche creare sinergie e movimento tra artisti, progetti dove la collaborazione tra gli musicisti diventi non un obbligo, ma un esigenza, una necessità per la miglior completezza di un progetto.

Un catalogo quello della Stivo Records che guarderà quindi verso differenti direzioni sonore con una precisa modalità: «La Stivo Records – evidenza Benvenuti - non sarà una casa discografica di categoria o genere ben preciso e non per forza ogni produzione avrà lo stesso percorso creativo: non ci sarà dunque nessun vincolo se non quello che i progetti proposti dovranno essere produzioni che mi emozionano». Fra le prime uscite in catalogo c’è il ritorno del cantautore di Trento Francesco Dal Corso sempre sotto la sigla di Tre Verticale com il cd «Difficile perdere bene». Altro lavoro invece è «12-12», primo disco solista di Stefano Licio, noto chitarrista bolzanino. A queste si aggiungono da subito in catalogo anche  «Kimèra» del «Mirko Pedrotti Quintet» e «Unframed... Straight Ahead!» di Enrico Merlin due progetti registrati ai Niva.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy