Salta al contenuto principale

Il Trentino a portata di due ruote

Esplorare il trentino in bicicletta, anche senza un allenamento da atleta, oggi è più facile, grazie al servizio di trasporto con carrello per bici e mtb.

Chiudi

Garda Trentino

Apri
Chiudi

Valle dei Laghi

Apri
Chiudi

Altopiano della Paganella

Apri
Chiudi

Terme di Comano 

Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 57 secondi

I turisti che scelgono il Trentino per le proprie vacanze, ma anche i trentini che vogliono godersi la propria terra in bicicletta, possono contare sul Bici BusTrek: con minibus appositamente forniti di carrello portabici si può viaggiare su una rete di itinerari che connette le Dolomiti di Brenta e il lago di Garda, attraversando territori molto diversi tra loro, godendo di paesaggi naturali, ambienti rurali, antichi borghi, castelli e siti archeologici, passando dai monti ai laghi, e superando i dislivelli e i tratti privi di ciclabili in tutta facilità e sicurezza.

Le combinazioni e gli itinerari possibili per scoprire il meraviglioso territorio trentino riconosciuto dall’Unesco quale Riserva della Biosfera sono molteplici e soddisfano sia le esigenze di chi ama le tranquille escursioni in ciclabile, sia quelle dei ciclisti esperti che vogliono ampliare le possibilità di escursione. Qualche esempio? Si può percorrere comodamente in discesa la ciclabile della Rendena usando il bicibus per raggiungere o rientrare, a seconda dei punti di partenza, a Carisolo. Oppure andare a Sarche — in bicibus o direttamente in bici lungo il bellissimo pezzo di ciclabile del Limarò — pedalando poi in tutta sicurezza fino a Riva e rientrare in bicibus via Ballino, oppure al contrario, secondo il punto di partenza. Oppure ancora si può arrivare a Nembia e fare tutto il giro del lago di Molveno e di nuovo prendere il bicibus per tornare a Comano o verso la Val Rendena, oppure ancora a Sarche. Altra possibilità ancora: si può raggiungere Andalo, prendere l’impianto, percorrere l’itinerario del Monte Gazza e giù fino a Sarche e rientrare in bicibus verso Comano-RendenaAndalo o proseguire in bici verso il Garda. Ci sono poi le linee che da Riva e da Baitoni raggiungono la Val di Ledro, creando un collegamento tra i laghi di Garda, Ledro e Idro. La linea che da Carisolo porta a Madonna di Campiglio e Dimaro consente di scoprire la ciclabile lungo il Noce, e di collegarsi agli altri servizi della Val di Sole: linee Mezzana-Tonale, Mezzana-Peio, Trento-Mostizzolo-Mezzana.

Novità di quest’anno è la linea Riva-Ledro, curata da Trentino Trasporti: gli autobus di linea sono stati dotati di portabici che consentono di trasportare la propria due ruote. L’obiettivo è estendere in futuro questo servizio su tutte le corse di linea del territorio, aumentando ulteriormente le possibilità di movimento con bicicletta al seguito.

Le possibilità di viaggio e di esplorazione del territorio sono dunque davvero tantissime e soddisfano le esigenze più varie. Gli uffici turistici sono a disposizione per fornire suggerimenti e informazioni dettagliate in base al luogo di partenza e alle esigenze individuali. I prezzi? Davvero convenienti! Il biglietto è quello delle corse di linea, con l’aggiunta di soli 2 euro per il carico e lo scarico della bicicletta. Il servizio è gratuito con le card territoriali. Il progetto è reso possibile grazie alla solida e forte collaborazione tra più enti: le APT di Terme di Comano, Garda Trentino, Paganella, Val Rendena, Val di Sole e i consorzi turistici Val di Ledro e Val del Chiese, la comunità di valle delle Giudicarie, la Riserva di Biosfera Alpi Ledrensi e Judicaria dalle Dolomiti al Garda, il Parco Fluviale del Sarca. Il servizio è in funzione dal lunedì alla domenica sulle linee 1 (Carisolo-Dimaro), 2 (Comano Terme-Carisolo) e 6 (Riva del Garda-Ledro) e dal mercoledì alla domenica su tutte le altre. Bici BusTrek prosegue poi fino al 16 settembre (la linea 5 BaitoniStoro-Ampola fino al 2/9 e la linea 6 Ampola-Ledro-Riva fino all’11/9).

 

 

Per assicurarsi il posto è consigliato prenotare telefonando a uno degli uffici turistici dei territori coinvolti.