Gioco, la Provincia: 

lo contrasteremo

SLOT_MACHI_6035836.jpgLe giocate in Trentino Alto Adige da gennaio ad ottobre 2011 sono state pari a 1.077 milioni di euro (1 miliardo e 77 milioni). Anche per la regione si è registrato un aumento degli importi giocati sia nel corso dell'anno, sia rispetto allo scorso anno. Si stima che circa il 42% della popolazione tra 15 e 64 anni abbia giocato puntando soldi. Il gioco è più diffuso tra gli uomini (52%) rispetto alle donne (33%), inoltre l’11% degli uomini e il 6% delle donne riferisce di avere l’impulso a giocare somme di denaro sempre più consistenti, mentre l’11% degli uomini e il 4% delle donne cerca di tenere nascosta l’entità del proprio coinvolgimento nel gioco. La Provincia lo contrasterà


Tariffe: raffica di aumenti

Rincari per bus e cimiteri

Bollette e tariffe più pesanti in arrivo per i cittadini di molti comuni del Trentino. A Trento, i rincari colpiranno il trasporto pubblico (si prevede un più 10% per gli abbonamenti all'autobus), i servizi cimiteriali, le palestre e le piscine. Aumenti contenuti sotto il tasso di inflazione programmata per la tariffa di smaltimento dei rifiuti. Anche le entrate dalle rette degli asili nido dovrebbero aumentare di un 3%. In Provincia, intanto, il governatore Dellai accelera sulla riorganizzazione dei Dipartimenti per snellire la macchina amministrativa


Regione, 300mila euro

per interventi umanitari

DELLAI_DUR_4029482.jpgSu proposta invece di Dellai, l'esecutivo ha disposto la modifica del regolamento relativo alle somme a disposizione di presidente, vicepresidente e assessori regionali a titolo di spese di rappresentanza. Una somma il cui ammontare massimo è stato confermato in 90.000 euro e che comprende molteplici possibilità di spesa: dalle spese per inviti, partecipazioni, biglietti augurali, necrologi fino a doni in occasione di visite ufficiali, spese minute derivanti da doveri di ospitalità (e comprendenti l'acquisto a favore di terzi ospitati di caffé, thé, bibite, liquori, vino, eccetera) e offerta di premi di rappresentanza ad organizzatori di manifestazioni culturali ludiche e sportive


Contro le Comunità,

40 firme all'ora

Sono state oltre 400 le firme raccolte ieri a Trento e Rovereto nella prima giornata di campagna referendaria per l'abolizione delle Comunità di valle. Lo rende noto la Lega Nord del Trentino che giudica il risultato estremamente incoraggiante. «Se si continua con questo ritmo anche nei prossimi giorni, i Trentini potranno esprimersi nelle urne circa il futuro delle Comunità ben prima della scadenza del 30 aprile»


Sciare in sicurezza,

Dellai a San Martino

Sulle piste di San Martino di Castrozza oggi il presidente Lorenzo Dellai, accompagnato dal dirigente del dipartimento Risorse forestali e montane Romano Masè, e da 10 forestali "snow friend" ha voluto evidenziare il lavoro svolto dal Servizio Piste della Provincia. È stata l'occasione per parlare anche della completata ristrutturazione di Malga Valcigolera


Lenticchie, 10 milioni

di chili a Capodanno

Oltre il 90% dei circa 10 milioni di chili di lenticchie che saranno consumate per Capodanno sono straniere. È quanto emerge da un'analisi della Coldiretti in occasione delle feste di fine anno, secondo cui in Italia sono state prodotte 1,56 milioni di chili su 1.948 ettari di terreno. L'Italia ha importato in un anno oltre 32 milioni di chili di lenticchie secche che provengono, spesso all'insaputa dei consumatori, principalmente da Canada, Stati Uniti, Cina e Turchia


Maxi-multa ad Apple

Il merito è di Trento

ipad.jpgLa Apple dovrà pagare 900 mila euro di multa per pratiche commerciali scorrette a danno dei consumatori. Lo ha deciso l'Antitrust, dopo una istruttoria partita dal Centro di Ricerca e Tutela dei consumatori di Trento


Cgil, sfondato il muro

dei 40 mila iscritti

La Cgil del Trentino chiude il 2011 con un risultato storico, riuscendo a sfondare il muro dei 40 mila iscritti con un aumento del 2,71% rispetto al 2010 e confermando il trend in crescita


Un caso di tbc

al Santa Chiara

Un caso di tubercolosi è stato scoperto nel reparto di pediatria del S. Chiara. La diagnosi riguarda una bambina di 12 anni, che era stata ricoverata per un altra patologia, e che all'inizio non presentava i sintomi della «tbc». Per questo la malattia è stata scoperta solo dopo una decina di giorni di ricovero e di controlli. I medici tranquillizzano: non c'è nessun rischio contagio. I compagni di stanza della bimba sono stati sottoposti al test, e sono risultati tutti negativi. Controlli ok anche sul personale infermieristico del reparto


Comunità di Valle, parte

raccolta firme referendum

LEGA_NORD__7278046.jpg

Partirà domani la raccolta di firme da parte della Lega Nord per il referendum per l'abrogazione delle Comunità di Valle. Il primo banchetto verrà allestito a Rovereto. L'obiettivo è di raggiungere circa 9.000 firme entro la fine di gennaio. Sarà possibile firmare i moduli presso ogni segreteria comunale